18 aprile 2014

Amarcord: a Roma Fellini... danza!


Fellini è tornato, ma ancora per poco! A tutti coloro che amano il regista riminese e che si troveranno a Roma per le festività pasquali, consigliamo di assicurarsi un posto in prima fila al Teatro Olimpico per Amarcord, il balletto liberamente ispirato al film capolavoro del Maestro! La prima di ieri sera, a cui abbiamo avuto la fortuna di partecipare, ha aperto la IV edizione del Festival Internazionale della Danza. Un cast eccellente (Rossella Brescia, Nicolò Noto, Rossella Lucà e Mattia Di Napoli solo per citare i personaggi principali) ha saputo letteralmente emozionare danzando! L'impatto comunicativo dei ballerini è stato prepotente: i loro corpi innamorati, sofferenti, felici, trepidanti, impauriti hanno saputo interagire col pubblico in maniera diretta senza la mediazione della parola. Un capolavoro nel capolavoro capace di inchiodare gli spettatori alle poltrone come se non conoscessero già le sorti di Titta, della sua Gradisca e dell'universo di personaggi che hanno popolato la fantasia del regista riminese! 

Lo Scaffale di TDM: Muchas gracias Gabo.

foto | Albertoyoan
La luce è mancata, improvvisamente, in tutto il mondo, il blackout è durato per un lunghissimo secondo. La notizia della morte di Gabriel Garcia Marquez, non avrebbe dovuto coglierci impreparati (era malato da tempo e, da tempo combatteva contro la malattia con forza ed ostinazione), eppure per un secondo terribilmente lungo s'è fatto buio e ci siamo sentiti togliere qualcosa di maledettamente importante. Credo che questo non capiti sovente, ma per Gabo si. 

17 aprile 2014

Villa Adriana, il buen retiro dell'imperatore

Villa Adriana, Canopo. Tivoli
foto | Foekenoppert
L'imperatore Adriano scelse quello che oggi definiremmo il suo buen retiro a Tivoli, a 28 chilometri da Roma. Fece costruire un'elegante residenza distribuita su 120 ettari con marmi pregiati, statue, mosaici, fontane scenografiche, giardini lussureggianti, camere "climatizzate" e, pensate, corridoi sotterranei dove far confluire il "traffico di servizio" perché nessuno disturbasse la sua quiete. 
Villa Adriana, Teatro Marittimo. Tivoli
foto | FranzPisa

Villa Adriana, patrimonio Unesco dal '99, è la più grande villa che un imperatore abbia mai fatto costruire: anche se oggi abbiamo la fortuna di visitarla, il fasto di quello che fu è purtroppo un lontano ricordo.
Privata di almeno 500 sculture a partire dalla fine del '400 per arricchire le collezioni dei Musei Vaticani, Capitolini e - purtroppo nel tempo - anche di strutture internazionali (come il Prado, il British Museum, l'Ermitage di San Pietroburgo eccetera), Villa Adriana ha sofferto una brutale spoliazione di marmi e mosaici persino per collezioni private. 

16 aprile 2014

Il Gusto di Viaggiare: Brindisi, Puglia da assaggiare!

Ricci di mare
foto | Pizzicato EcO b&b Gargano
Questa volta i nostri viaggi alla ricerca dei sapori di una volta ci conducono sul versante orientale della penisola e per l’esattezza dove comincia verso il basso quello che viene definito il “tacco dello Stivale”, ovvero la città di Brindisi e tutta l’area Messapica in generale.

15 aprile 2014

Huashan: il trekking più pauroso al mondo!

Huashan, particolare del thousand feet
foto | Ondřej Žváček via Wikipedia
Oggi vogliamo mettere alla prova il vostro coraggio portandovi sul monte Hua (o HuaShan) una delle 5 montagne sacre della Cina, nella provincia di Shaanxi. Meta di pellegrinaggio di buddisti e taoisti, questa scalata è vietata ai deboli di cuore: mentre la parte settentrionale è raggiungibile in funivia, la parte meridionale è percorribile solo a piedi lungo un percorso mozzafiato (e a tratti spaventoso) che non sempre contempla barriere protettive, al contrario! 
Il vero problema, infatti non sono i 2.160 metri di altitudine: ripide scalinate, sentieri verticali, scalini scavati nella roccia e passaggi ridotti a semplici tavole di legno su cui si può camminare in una sola direzione sono il vero incubo di questa impresa (Changong Zhandao è il tratto incriminato: 4 metri per 30 centimetri di terrore)! Poco importa - secondo noi - se gli avventurosi turisti sono assicurati da imbragature e possono usare catene come corrimano: l'inquietante assenza di parapetti rende la passeggiata costantemente a strapiombo nel vuoto davvero terrificante! Direte voi: ma questa è un'esperienza riservata ad espertissimi climbers! No. 

14 aprile 2014

Gaztelugatxe e la scalinata sull'oceano!

Isola di Gaztelugatxe, Paesi Baschi, Spagna
foto | D aniel
Gaztelugatxe è un isolotto spagnolo su cui è ubicata una chiesa che richiede un certo impegno per essere conquistata: ben 231 scalini a strapiombo sull'Oceano! Ci troviamo nel comune di Bermeo, sulla costa di Biscaglia, nei Paesi Baschi e le leggende che avviluppano la rocca di San Juan la rendono una meta ancor più intrigante. Un sottile e tortuoso ponte collega l'isola, e quindi l'eremo dedicato a San Giovanni, alla terraferma: luogo di pirati, di streghe. portafortuna dei pescatori, amuleto contro le emicranie e, oggi, meta di pellegrinaggio per donne che desiderano la maternità. Ce ne sarebbe già abbastanza per visitarla se non fosse che Gaztelugatxe è soprattutto meta degli amanti della fotografia per lo straordinario panorama che si gode dalla sua sommità!