Home » Italia » Liguria » Sestri Levante: base perfetta per Tigullio e Cinque Terre

Sestri Levante: base perfetta per Tigullio e Cinque Terre

Baia del Silenzio

Un hotel a Sestri Levante, è la scelta perfetta per una vacanza che vi porti alla scoperta delle Terre del Tigullio a nord (di cui rappresenta l’ultimo comune dopo Portofino, Santa Margherita Ligure, Rapallo, Zoagli, Chiavari e Lavagna) e delle Cinque Terre a sud.

Sestri Levante

Sestri Levante è incastonata nella Riviera Ligure di Levante, esattamente a metà strada tra questi due formidabili poli turistici.

Servita da una capillare rete ferroviaria che la collega a ciascuno dei paesi del Golfo e del Parco, Sestri è diventata il nostro buen retiro ideale per soggiornare lungo questo tratto di Liguria.

Dove dormire a Sestri Levante

Il nostro hotel a Sestri Levante è stato il Grande Albergo.

Giunti in treno da Roma (quattro ore e trenta circa di viaggio con cambio a La Spezia), abbiamo scoperto che questa struttura dista solo 600 metri dalla stazione.

Con i nostri trolley al seguito, abbiamo fatto una piacevolissima passeggiata fino al lungomare, dove la bella palazzina ottocentesca si staglia sulla Baia del Silenzio.

Dove-dormire-Sestri-Levante

Esterno del Grande Albergo

 

Lo storico edificio, che vanta una lunga e raffinata tradizione alberghiera, è stato restaurato nel 2003 preservando tutto il fascino che negli ultimi due secoli gli è valso una clientela esigente e internazionale.

 

Dove-dormire-Sestri-Levante

La nostra camera

Dove-dormire-Sestri-Levante-3

Vista giardino dalla camera del Grande Albergo

 

Le stanze sono ampie, dotate di tutti i comfort e affacciano lateralmente sul mare o sul giardino.

Noi abbiamo trovato particolarmente suggestivo l’aperitivo al tramonto a bordo piscina perché, ubicata all’ultimo piano, regala una vista mozzafiato sull’intera baia spaziando fino a Portofino (oltre a essere un luogo rilassante e riservato dove crogiolarsi al sole)!

 

Grande-Albergo-Piscina

Piscina sul tetto!

Sestri-Levante-Happy-Hour

Aperitivo a bordo piscina

Tramonto-Tigullio-Sestri-Levante

Tramonto sul Golfo del Tigullio dalla piscina dell’hotel

 

L’accoglienza di Paola, la proprietaria, è gioiosamente calorosa.

Nei tre giorni in cui abbiamo alloggiato al Grande Albergo, ho realizzato che ha l’innata capacità di intercettare le esigenze dei suoi ospiti, assecondandole ancora prima che vengano manifestate.

Credo dipenda dal fatto che voglia sinceramente farli sentire a casa e quindi riesce, con l’ausilio del suo staff, a creare le condizioni ideali perché l’ospite si senta sempre coccolato e al centro delle sue attenzioni.

Dopo il check in ci siamo subito diretti ai bagni dell’hotel, situati proprio di fronte.

 

Dove-andare-al mare-Sestri-Levante

Bagni Grande Albergo

Baia-delle-Favole-Sestri-Levante

Baia delle Favole

Dove-andare-al mare-Sestri-Levante

Bagni Grande Albergo

Dove-andare-al mare-Sestri-Levante

Bagni Grande Albergo

 

Dieci passi e si entra immediatamente nel giusto mood vacanziero: costume, infradito, pareo, prosciutto e melone o una caprese per rifocillarsi prima del pomeriggio alla scoperta della città!

 

Grande-Albergo-Breakfast

Colazione dei campioni!

 

E la colazione? Crostate e dolci fatti in casa, cornetti fragranti (ottimo quello alla crema di limone), succhi di frutta, discreta scelta tra salumi e formaggi. Caffè e cappuccino fai da te ma se volete espresso o cappuccino preparato dallo staff, dovete pagarlo come extra.

Il nostro hotel a Sestri Levante ha anche un ristorantino che merita almeno una cenetta!

 

Dove mangiare a Sestri Levante

Al Delfino Bianco, infatti, vi accomoderete nel giardino, sotto un magnifico cielo di stelle, per assaggiare delle prelibatezze tipiche a base di pesce.

Dove-mangiare-a-Sestri-Levante

Cena al Delfino Bianco

 

Vi consigliamo di prenotare perché i piatti sono davvero squisiti, il rapporto qualità prezzo ottimo e i tavoli sempre pieni! La cena a la carte è solo un’altra delle intuizioni di Paola.

Gli ospiti che alloggiano nell’hotel, scelgono di cenare al ristorante, perché entusiasti della cucina e non perché vincolati da un pacchetto di mezza pensione.

 

Muzz-Murray

Muzz Murray durante il live

 

Probabilmente, altro appeal di una serata al Delfino Bianco è stata la musica live: sabato sera la voce graffiante di Muzz Murray ci ha letteralmente rapiti!

Il cantautore inglese si è esibito in un concerto Rock&Blues con la sua inseparabile chitarra regalandoci emozioni e brividi con la sua poesia in musica (qui potete scoprire chi è il nostro amico e dove si esibisce la sera in giro per l’Italia)!

Altro posto in cui cenare, la Sciamadda dei Vinacceri in cui abbiamo sperimentato la sorprendente cucina tabarchina e scoperto l’esistenza del Leudo!

Cosa-vedere-Sestri-Levante

Il centro città

 

Cosa vedere a Sestri Levante

Definita spesso la “città dei due mari“, era anticamente appollaiata su un isolotto, in una posizione difficilmente violabile grazie alle pareti a strapiombo sul mare.

I depositi alluvionali del torrente Gromolo, creando una sottile striscia di terra, hanno collegato definitivamente l’isolotto con la costa, formando due baie attorno al promontorio: la baia delle Favole (in onore di Andersen, lo scrittore danese che qui alloggiò nel 1833) e la baia del Silenzio.

Sestri Levante è un borgo marinaro tutto raccolto attorno al suo promontorio e al carruggio.

Potrete ammirare i palazzi signorili dai colori pastello che si specchiano nel mare, gli eleganti decori sulle facciate, gli inserti di ardesia sui portali, le strade acciottolate e i localini incastonati come piccole gemme negli angoli più caratteristici della cittadina citata da Dante nel XIX Canto del Purgatorio.

 

estri-Levante-Piscina-dei-Castelli

Passeggiata alla Piscina dei Castelli

 

Gli amanti del trekking, inoltre, potranno camminare fino a Punta Manara (1 ora circa) e ammirare uno strepitoso panorama sulla Baia del Silenzio.

Se preferite un tour tra i palazzi e le chiese, non avrete che l’imbarazzo della scelta tra il Palazzo Fascie, Palazzo Rizzi (sede della Galleria Rizzi), Palazzo Durazzo Pallavicino (sede del Municipio), la Chiesa di San Nicolò dell’Isola (perché ubicata nell’abitato più antico, quello sul promontorio) e quella di Santa Maria di Nazareth.

Gli irriducibili della tintarella, ovviamente, potranno trascorrere ore a crogiolarsi al sole nelle spiaggette cittadine (la Baia del Silenzio è molto suggestiva ma sconsigliata in alta stagione perché si affolla rapidamente).

Se vi intriga l’idea di spostarvi da Sestri, consigliamo le Cinque Terre in bici (anzi in e-bike!), il trekking nelle Cinque Terre sul Sentiero Azzurro, Cosa vedere a Camogli in un giorno e Cosa fare e vedere a Portofino.

POTREBBERO INTERESSARTI...