Home » Press Tour » La Sila e la Calabria con #WeLikeSila

La Sila e la Calabria con #WeLikeSila

Sila in Calabria

Conoscete già la Sila? Questo splendido altopiano si trova al centro della Calabria: distribuito nelle province di Cosenza, Crotone e Catanzaro è incastonato come uno smeraldo tra lo Ionio e il Tirreno.

La Sila

Dalle montagne più alte, che sfiorano i 2000 metri, nei giorni limpidi si riescono a vedere il mare e le  isole, come Stromboli e le Eolie, e potrete riconoscere il profilo del vulcano più alto d’Europa, l’Etna!

L’area si divide in 3 parti: Sila GrecaSila Grande e Sila Piccola: la nostra visita si è concentrata soprattutto nelle ultime due, con una capatina in una zona collocata a minore altitudine e chiamata Presila.

La sensazione comunemente avvertita da coloro che si trovano sull’altopiano silano è di essere molto in più in basso di quanto si è in realtà: si tende infatti a non percepire le montagne in quanto tali ma a confonderle con colline dal profilo dolce, contornate da placidi laghi artificiali (il lago Cecita, l’Ampollino, l’Arvo e l’Ariamacina) perfettamente integrati con l’ambiente circostante.

La Sila in Calabria in Autunno

La Sila in Calabria in Autunno

Il Parco Nazionale della Sila

Il Parco Nazionale della Sila (istituito nel 2002 ricomprendendo i territori dello storico Parco Nazionale della Calabria fin dal 1968) ha superato di gran lunga le mie aspettative: si godono paesaggi straordinari in tutte le stagioni ma in autunno i colori dei boschi che coprono gran parte delle montagne secondo me sono incantevoli. Il verde dei pini loricati si fonde delicatamente con il caldo giallo e rosso delle latifoglie, pronte ad affrontare il lungo e nevoso inverno. Se una natura rigogliosa nonostante la stagione avanzata non fosse sufficiente a per pianificare un week end, vi suggeriamo di non trascurare la deliziosa (ed abbondante) cucina locale, rigorosamente piccante e molto gustosa, e uno spiccato e generoso senso di ospitalità.

 

Pini Larici Sila Calabria

Pini Larici Sila Calabria

 

 

La calda accoglienza ci ha fatto letteralmente dimenticare la pioggia, unico neo dell’intero week end che comunque non ha costituito un freno alla voglia di esplorare l’altopiano. Perché? Perché la peculiarità del blogtour #WELIKESILA sono state le tappe fuori dai classici itinerari turistici, musica – come potrete immaginare – per le nostre orecchie!

Una meta imperdibile per un viaggio in Calabria è sicuramente San Giovanni in Fiore. Qui il mito di Gioacchino da Fiore, abate, teologo, beato del 1200 d.C, ancora vive grazie agli splendori della sua basilica e nel centro studi a lui dedicato. Pensate che in questo paesino sulle pendici della Sila Grande egli viene ancora evocato nell’arte tradizionale: come non visitare le botteghe artigiane in cui il suo mito è ancora fortemente radicato? Noi abbiamo scoperto due straordinari laboratori di tessitura e gioielleria di cui parleremo più approfonditamente nei prossimi articoli. Consigliamo una tappa al Centro Visite Cupone (sempre Sila Grande) dove abbiamo avuto la fortuna di fare incontri ravvicinati con socievoli caprioli e cervi, una passeggiata fino al Cozzo del Principe per ammirare uno splendido panorama e, perché no, scendere a tutta velocità sul bob a Lorica

Ristorante la Locomotiva

Ristorante la Locomotiva

La chicca: i treni sono stati nostri compagni di viaggio per per tutto il tour. Ho avuto la fortuna di vedere una magnifica locomotiva in fase di restauro, di cenare in un originalissimo ristorante creato all’interno di alcune carrozze delle Ferrovie Calabre e di curiosare in un’antica stazione di montagna dove tutto è rimasto fermo nel passato!

POTREBBERO INTERESSARTI...

Lascia un commento