Home » Europa » Svezia » Södermalm, dove ferve Stoccolma

Södermalm, dove ferve Stoccolma

Cosa vedere a Sodermalm l'isola più grande dell'arcipelago di Stoccolma

Casa storica a Sodermalm

Cosa vedere a Södermalm l’isola più grande dell’arcipelago di Stoccolma?

Cosa vedere a Södermalm

Alte scogliere e colline rocciose definiscono il profilo di Södermalm, la bella isola meridionale di Stoccolma dal carattere vitale e un po’ indie.

La Svezia, tanto attesa, è la meta prescelta per iniziare col piede giusto questo nuovo anno. Non ci facciamo scoraggiare dal presunto freddo e non sbagliamo perché la temperatura, secca e mai al di sotto dello zero, è molto più che sopportabile. D’altronde sarebbe un peccato perdere la magia natalizia: non c’è finestra che non sia illuminata da un bagliore caldo e accogliente, stelle di carta e candelabri di legno proiettano attraverso i vetri la luce di cui le giornate invernali sono carenti, diffondendo un’atmosfera di calore e condivisione.

L’Avvento in Svezia è vissuto con grande emozione da grandi e piccini e ogni cittadino è chiamato a contribuire alla creazione di questo clima gioioso. Atterriamo in piena notte ma per le strade di Södermalm la gente è in coda davanti ai locali o affolla i bar; è questo il mood di Söder e lo spirito che ci coinvolgerà tanto.

 

Edificio religioso a Sodermalm a Stoccolma

Edificio religioso a Sodermalm a Stoccolma

Katarina Kyrka | foto di Giulia Bruno 

Il primo giorno ci rendiamo conto di quanto sia semplice girare Stoccolma che vista sulla cartina appare ben più grande di quanto non sia in realtà; muoversi è un gioco da ragazzi sia a piedi –il traffico sembra inesistente– che con gli efficientissimi mezzi pubblici.

Södermalm è collegata benissimo sia internamente che con il resto della città; lo Slussen, nodo del trasporti cittadino che include Tunelbana, terminal di bus e stazione ferroviaria, garantisce massima efficienza negli spostamenti. Gamla Stan, cuore antico dalla città, si può anche raggiungere a piedi attraversando il ponte che collega le due isole.

Alloggiamo a Mariatorget, graziosa piazza nella parte nord di Södermalm e in posizione estremamente comoda. Söder seppur densamente popolata è ordinata e tranquilla e, rispetto al resto della città, sembra aver sviluppato uno stile di vita peculiare e diverso da quello di ogni altro quartiere.

Panorama su Stoccolma da Sodermalm

Panorama su Stoccolma da Sodermalm | foto di Giulia Bruno

 

Nata come sobborgo operaio e casa dei più bisognosi, Södermalm si è evoluta nel tempo  sino a divenire una zona ricercata e studiatamente alternativa.

Oggi è un punto di ritrovo ricco di bar e locali, tutti accomunati dall’estrema cura per i dettagli e dall’abilità nell’offrire un ambiente quanto più confortevole possibile. Anche lo shopping ferve, i negozi di arredamento si alternano a quelli di modernariato e abbigliamento vintage, le pasticcerie incantano i passanti con i loro kanelbulle in bella mostra, e i fiorai sembrano gareggiare per la vetrina più artistica. Un’evoluzione incredibile!

Stockholm-Sodermalm-Sofia-Kyrka

Sofia Kyrka

La chiesa di Santa Katarina (o la chiesa di Greta Garbo)

Dare uno sguardo al passato di quest’isola si rivela un’esperienza estremamente interessante a cui dedicare una bella giornata. Il suo antico aspetto è ancora visibile nell’area preservata di Sofia-Katarina, affascinante sede delle vecchie abitazioni oggi tutelate.

Confesso di aver scoperto in modo del tutto casuale la Södermalm storica nel corso di una passeggiata che vi consiglio assolutamente. Il percorso può iniziare dalla Chiesa di Santa Katarina -purtroppo ricostruita più volte- e dal giardino circostante che ospita un piccolo cimitero di epoche diverse, nel più tipico e sereno spirito del posto.

Perché è conosciuta anche come la chiesa di Greta Garbo? Perché qui una giovanissima Greta fu cresimata!

Dietro l’edificio si apre il vicolo di Katarina Kyrkobacke che sbocca in Glasbrucksgatan, la via che costeggia il mare dall’alto.

Percorrendola sino allo slargo di Nytorsgatan si raggiunge un punto ideale da cui osservare lo skyline della città che si specchia nell’acqua. Qui imbocchiamo la deliziosa Master Mikaels Gata, una viuzza colorata dalle facciate delle case storiche, che ci porta al piccolo Cornelisparken, dedicato al poeta e compositore Cornelis Vreeswijk.

Stockholm-Sodermalm-Vita-Bergen

Parco di Vita Bergen

 

Vita Bergen

Scendiamo dalla scogliera percorrendo le scale e proseguiamo fino all’incrocio con Skanegatan, dove si erge un nuovo e bizzarro isolato roccioso. Una scalinata in legno ci porta in cima, siamo nel parco di Vita Bergen con il suo villaggio fiabesco, sovrastato dal campanile di Sofia Kyrka.

Le basse case svedesi si stagliano nette con il tipico colore Rosso Falun, pigmento estratto dalle miniere di rame e utilizzato per le sue proprietà conservative sul legno; per scoprire qualcosa in più di queste antiche case popolari sono molto utili i cartelli informativi disposti lungo il percorso.

Da qui la maestosa Sofia Kyrka domina l’intera città e la ammira a 360°; un belvedere che corona degnamente questa suggestiva passeggiata.

 

Stockholm-Sodermalm-City-view-from-Sofia-Kyrka

Vista dalla Sofia Kyrka

 

Se non siete stanchi, non perdete la camminata lungo Fjällgatan, a breve distanza, o lo spettacolo offerto da Monteliusvagen, sulla costa di Söder di fronte a Gamla Stan.

 

Se amate le tappe insolite, vi consigliamo la visita del Cimitero di Stoccolma

Gli orti di Tantolunden

Un’altra cosa da vedere a Södermalm è la zona di Tantolunden, facilmente raggiungibile dalla stazione metro di Hornstull. I suoi famosi orti, nati come fonte di sostentamento durante la I guerra mondiale, sorgono oggi all’interno di un bellissimo parco divenuto luogo di villeggiatura cittadino, caratterizzato da minuscole casette e steccati colorati.

 

Stockholm-Sodermalm-Tantolunden

Tantolunden

 

Con il freddo non è possibile godere a pieno di questo luogo, che appare addormentato e dimenticato.

Il bello arriva durante la stagione estiva, quando le spiagge si popolano e le barche lasciano i ricoveri invernali. Nonostante ciò, non ho potuto fare a meno di recarmi a dare uno sguardo e scattare qualche foto.

Meta irrinunciabile nonché anima della vita artistica di Södermalm è il museo Fotografiska, tempio della fotografia di cui non perdere le esposizioni. Dotato di laboratori per lezioni e workshop e di un bellissimo bar, ospita concerti ed eventi di ogni tipo; un luogo amato dai cittadini, ideale per trascorrere un pomeriggio culturale e prendere l’aperitivo con gli Stockholmares.

 

Tramonto a Tantolunden

Tramonto a Tantolunden

 

Nonostante Södermalm sia densamente popolata, ordine e scarsezza di automobili suggeriscono tutto il contrario.

Tali condizioni rendono ancora più piacevole percorrere la fitta scacchiera di vie alla ricerca di gallerie d’arte o negozi per lo shopping. L’area più in vista per gli acquisti è chiamata SoFo, abbreviazione che sta ad indicare gli isolati al south of Folkungagatan; preparatevi ad imbattervi in articoli di qualsiasi genere ed epoca!

Consigli per un pranzetto

Quando la fame si fa sentire, o il freddo rende necessario un break al caldo, non resta che scegliere tra una miriade di punti di ristoro.

Per una pausa pranzo c’è il famoso Café String, mentre per cena o per un drink segnalo il sempre affollato Nytorget Urban Deli: oltre a mangiare bene potrete fare la spesa nel ricercato minimarket antistante. Se siete amanti del cacao, la Chockladfabriken è rinomata per la sua selezione di cioccolato, provate quello in tazza fondente al 70%! Il ristorante Pelikan offre invece un ambiente Art Deco e buona cucina tipica. In alternativa dedicatevi all’immancabile merenda – Fika – a base di meravigliosi dolci svedesi, il profumo di cannella vi conquisterà! Se siete alla ricerca di vita notturna il Marie Leveau e lo Scandic sono sempre pieni, anche di domenica! Ma questo non è che un assaggio di ciò che offre Södermalm.

A restarci nel cuore saranno le sue calde atmosfere -e un po’ di amaro in bocca perché a tanta civiltà non siamo proprio abituati.

 

Panorama su Stoccolma da Sodermalm

Panorama su Stoccolma da Sodermalm

 

Info pratiche per visitare Sodermalm

Taxi: Scegliete solo taxi autorizzati e controllate la targhetta posta sullo sportello posteriore in cui viene indicato il prezzo di una corsa media di 10 km, noterete come varia da una compagnia all’altra! Noi abbiamo trovato più economici i taxi “020” (la tratta aeroporto – Mariatorget in notturna è costata 470Skr). Per l’aeroporto non dimenticate l’opzione treno veloce Aarlanda Express.

Stockholm Card: Tunelbana e bus coprono la città capillarmente, inclusa Söder, offrendo un servizio a dir poco eccellente; i costi però sono elevati e la migliore soluzione è la Stockholm Card. Questo speciale abbonamento include utilizzo illimitato di tutti i mezzi e l’ingresso gratuito alla quasi totalità dei musei cittadini, più alcune visite guidate e sconti. É possibile ordinarlo online o richiederlo presso la stazione di T-Centralen, a Norrmalm, scegliendo la durata più adatta al proprio soggiorno.

Prezzi: Stoccolma è cara, ve ne accorgerete al momento di cercare un alloggio e anche al ristorante. Valutate l’idea di fittare un mini appartamento al posto di andare in hotel e copiate gli stoccolmesi provando i chioschi delle aringhe, i comuni hot-dog da passeggio o i mercati coperti, sempre pieni per pranzo.
Articolo redatto da Giulia Bruno

POTREBBERO INTERESSARTI...

2 commenti

EriKa Napoletano 20 Gennaio 2014 - 13:57

Ci siamo stati a giugno scorso. Bellissima, moderna ma attaccata alle tradizioni.

Rispondi
Baol 20 Gennaio 2014 - 8:02

Beh, l’unica foto che ho mai mandato per la galleria di TdM è stata scattata proprio a Stoccolma; questo tuo reportage mi ha ricordato la splendida, troppo breve, vacanza fatta lì ad aprile del 2012. Città meravigliosa dove non vedo l’ora di tornare, confermo quello che hai scritto: tanta civilità lascia l’amaro in bocca a noi poco abituati.

Una città che consiglio a tutti di visitare!

Rispondi

Lascia un commento