Home » Europa » Germania » Klimahaus 8° Ost: a Bremerhaven il clima è chiuso in un museo!

Klimahaus 8° Ost: a Bremerhaven il clima è chiuso in un museo!

Klimahaus°Ost
Non ci sono più le mezze stagioni: quante volte l’avete sentito dire (o quante volte l’avete detto anche voi)? Che siate d’accordo o meno, è indiscutibile che il clima sia oggetto costante di studi visto che i suoi mutamenti influiscono notevolmente sulla vita della Terra e, ovviamente, sulla nostra.

Il Museo Klimahaus 8° Ost

Per capire che cosa sono e quanti sono i climi, perché mutano e che ripercussioni abbiano sul pianeta o, per essere più onesti, per imparare a rispettare il nostro pianeta, evitando di stravolgere il clima, nella città portuale di Bremerhaven (Germania), è stato realizzato un avveniristico museo, il Klimahaus 8° Ost (Casa del clima 8° Est), la cui forma rievoca, per alcuni, una nuvola, per altri addirittura un’astronave!

 

interni Museo Klimahaus 8° Ost

interni Museo Klimahaus 8° Ost

Deserto nel Niger  

Deserto nel Niger   foto gentilmente concessa da © Marcus Meyer

È uno spazio espositivo polifunzionale, ecosostenible di 11.500 mq, unico nel suo genere, nel quale il pubblico avrà modo di scoprire, ma soprattutto di testare letteralmente sulla propria pelle, le diverse aree climatiche e conoscere le recenti ricerche effettuate sui cambiamenti climatici, i rischi che tali cambiamenti comportano ed imparare (in maniera emozionante e sbalorditiva) cosa possiamo fare tutti noi, individualmente, per proteggere e salvaguardare il clima. Perché Klimahaus 8° Ost? Progettato dallo studio Klumpp Architects Urban Planners, è stato chiamato così perché il visitatore sperimenta fisicamente i vari climi del globo terrestre che corrono lungo il meridiano di longitudine 8° 34′ Est.

Questo museo consentirà ai visitatori un viaggio sensoriale  all’interno di un’architettura sorprendente, caratterizzata da un cuore di cemento e ferro, racchiuso in un involucro di vetro. La struttura è suddivisa in quattro aree tematiche: Viaggio, Elementi, Prospettive ed Opportunità, ognuna delle quali è uno “stargate climatico” di indiscutibile interesse e fascino. Si inizia con l’area “Viaggio”, la più avvincente di tutte, nella quale il visitatore si trasforma in una sorta di “Indiana Jones del clima” e sperimenta su se stesso le diverse situazioni ambientali del pianeta. Si attraversano ben 8 climi diversi: partendo proprio dalla piovosa anseatica Bremerhaven (ubicata, per l’appunto, sull’8° grado di longitudine!) si scalano le montagne e le Alpi svizzere del Canton Uri, fino a giungere in Italia, nella calda e ventosa Sardegna, balzando improvvisamente da -2°C a +30°C in un sol colpo!  

Antartide

Antartide foto gentilmente concessa da © Marcus Meyer

Da qui, si vene catapultati nei climi africani, dove si attraversano il deserto del Sahel in Niger e la foresta pluviale in Camerun e, dopo lo shock termico in Antartide, si visitano i grandi acquari delle tropicali isole di Samoa. La tundra dell’isola di Gambell in Alaska è l’ultimo “ambiente” nel quale acclimatarsi, prima di riapprodare in Germania, sull’isola di Hallig Langeneß. Siamo convinti che si tratti di una prova difficile ma unica per il visitatore che, sottoposto a diversi livelli di stress termico, affronta anche un discreto numero di prove fisiche grazie a percorsi avvincenti tali da rendere l’esperienza ancor più emozionante! Nella sezione “Elementi” (attualmente chiusa al pubblico per lavori in corso, almeno fino a metà 2014), vengono illustrati tutti i principali elementi del pianeta e la loro relazione nella determinazione del clima terrestre. Sono messi a disposizione del fruitore 100 exhibit interattivi con i quali si possono realizzare piccoli esperimenti climatici e cimentarsi in vari giochi divertenti ed istruttivi.

Laguna di Samoa

Laguna di Samoa  foto gentilmente concessa da © Marcus Meyer / Klimahaus®


Nell’area “Prospettive” vengono raccontate  le evoluzioni del clima – iniziando dalla preistoria – le cause che hanno determinato i cambiamenti climatici (sia naturali che dovute all’azione dell’uomo) e l’impatto che hanno avuto su entrambi, con ipotesi sull’immediato futuro datato 2050. Infine la sezione “Opportunità” dove si spiega il contributo che possiamo dare noi per salvaguardare e preservare il nostro pianeta adottando semplici comportamenti individuali da intraprendere fin da subito nel quotidiano. 

Interno museo, tunnel stellato

Interno museo, tunnel stellato – Foto gentilmente concessa da !Koss

Sono piccole decisioni che porteranno a modificare la nostra vita, affrontandola in maniera ecosostenibile, così da ottimizzare il consumo energetico e abbattere quasi completamente le emissioni di CO2Il fine ultimo del Klimahaus 8° Ost è proprio questo: indurci a riflettere su chi siamo e da dove veniamo, ma soprattutto dove stiamo andando e quali soluzioni adottare perché il nostro viaggio non distrugga ulteriormente il nostro pianeta, ma lo porti a nuova vita: tutto ovviamente spiegato in maniera chiara, facile, ma soprattutto divertente, perché sia comprensibile a tutti, anche ai meno avvezzi dell’argomento.

percorso all'interno del museo

Percorso – Foto gentilmente concessa da !Koss

– Tutti i diritti sono riservati

La chicca:

Lo spettacolare Klimahaus 8° Ost offre ai visitatori un calendario annuale fitto di eventi che soddisfa gli interessi di tutti, grandi e bambini! Si spazia da “Soggiorni nel Klimahaus per famiglie” a “Notte al buio nel Klimahaus – visita guidata con torcia”, da “Viaggio culinario intorno alla Terra” a “Mostre fotografiche dei fondali marini” di famosi fotografi e tanti altri. Per avere maggiori informazioni, chiamate il numero +49 (0)471-902030-0, oppure inviate una e-mail a info@klimahaus-bremerhaven.de
Info
Indirizzo Am Längengrad 8, 27568 Bremerhaven, Germania
Orario: Aprile – Agosto dal lunedì al venerdì 9-19; sabato, domenica e giorni festivi 10-19. 
            Settembre – Marzo dal lunedì alla domenica e giorni festivi 10-18. 
            Chiuso il 24, 25 e 31 dicembre e 1 gennaio. 
Ultimo ingresso 90 minuti prima della chiusura. Se lasciate l’area museale durante la visita non potete più rientrarvi, se non acquistando un altro biglietto. Sono molto fiscali, quindi prestate attenzione!
Biglietti: per prezzi e acquisto biglietto online cliccate consultate il sito ufficiale. 
Accorgimenti: è vietato introdurre del cibo e bevande all’interno del museo: vi sono diversi punti ristoro ai quali fare riferimento per rifocillarsi. Non è consentito l’ingresso agli animali. Zaini, ombrelli ed oggetti ingombranti, per motivi di sicurezza dovranno essere lasciati al guardaroba. È severamente vietato fumare all’interno della struttura. Evitare schiamazzi, rumori molesti o l’utilizzo di dispositivi musicali. Infine, in caso di molto afflusso, anche se siete in possesso del biglietto, non è garantito l’ingresso al museo.
Articolo redatto da Cinzia A.C.

POTREBBERO INTERESSARTI...

Lascia un commento