Home » Lo scaffale di TDM » Lo Scaffale di TDM: libri in viaggio ricordando Halloween

Lo Scaffale di TDM: libri in viaggio ricordando Halloween

halloween atmosphere
La scorsa settimana molti (non tutti) hanno celebrato Halloween e noi dello Scaffale abbiamo pensato di unire la notte delle streghe ad un viaggio ed entrambi ad un libro. Qual è la nostra proposta? Il Castello di Otranto di Horace Walpole. Siamo all’alba della letteratura gotica inglese (e con ciò ho detto tutto: l’atmosfera che emana dalle parole goticocastello, è bastante), una storia che si legge ancora bene, appropriata compagna di un caminetto dove scoppietta il fuoco! Orazio mi perdonerà, la sua opera cadeva a puntino per aprire questo discorso ma… non è proprio il massimo; comunque, agli appassionati, ed ai curiosi del genere, direi perché no? Edito da diverse case, è consigliabile la buona ed economica edizione Newton Compton.
Restiamo nel Regno Unito ma avviciniamoci nel tempo. 
Guanda (casa che si distingue per la pubblicazione di alcuni classici “particolari” che van bene con il tema del 1 novembre) stampa un bel volume: Il meglio di Roald Dahl. Dico subito: volume per ogni viaggio ed ogni circostanza, contiene una ventina di racconti usciti dalla mente “perfida” di questo grande scrittore gallese. Ma chi è Dahl? Avete indovinato! È l’autore de La fabbrica di cioccolato (libro per ragazzi divenuto famoso globalmente grazie alle due trasposizioni cinematografiche che hanno per titolo: Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato).
Leggendo questi racconti si scoprirà che Roald ha fornito materia per una grande quantità di film, non li cito per lasciare la suspense intatta, ma sono convinto che pressoché tutti troveranno corrispondenze interessanti tra la pagina ed il grande schermo. Sono racconti pieni di una raffinata ironia, alcuni sono addirittura poco lontani dalla genialità, tutti restano “in memoria”, storie di grande compagnia mentre si viaggia… nelle pallide notti senza luna! Come si può rievocare Halloween senza citare il caro, disperato, grandissimo Edgar Allan Poe? I suoi racconti sono parte della storia della letteratura mondiale. Poe saprà stregarvi con un ventaglio molto ampio di storie. Buone sempre e comunque, in ogni luogo a tutte le ore. Poe è uno della “rosa mistica”, uno tra quegli autori che vanno letti. Thriller, suspense, ironia, fantastico, ragionamento scientifico, parentesi filosofica, grottesco, avventura, tutto è stato scritto da Edgar; i suoi racconti, non averli letti è una grande fortuna, così si può scoprirli, rileggerli è sempre fonte di meraviglia.
E la vita dell’autore… anch’essa in tema con la notte delle zucche! Oppio, tabacco, alcol, vita persa nei vizi e nelle angoscia… genio e sregolatezza. Una morte tragica, manco a dirlo: prematura, alonata dal nero manto del mistero. Poe fu fatto conoscere in europa da Baudelaire, primo a tradurlo in Francia, e questa dovrebbe essere la ciliegina sulla torta!
Si trovano le opere di Edgar nelle più svariate edizioni e traduzioni. Noi siamo affezionati ai due agili volumi tascabili della Einaudi, dove i racconti sono tradotti con sapienza da Giorgio Manganelli. 
Sarebbe finita qui ma… ancora due parole.
Dalle migliaia di lettere giunte in redazione (delle quali vi ringraziamo!) è emerso che ad alcuni viaggiatori farebbe piacere sentire una parola anche su altri libri. Siamo lieti di accogliere tali osservazioni e lietissimi di suggerire anche generi differenti dal romanzo e dai racconti.
Storia notturna, una decifrazione del sabba di Carlo Ginzburg (edito nella Biblioteca Einaudi e già dal titolo in tema con la ricorrenza appena trascorsa). Lo storico italiano ci sarà da guida in un viaggio profondo ed interessantissimo dal quale chi lo intraprende non uscirà indenne. La Storia notturna, è la risalita nel tempo e nello spazio verso le origini del sabba (dal quale si parte) e verso la scoperta di qualcosa in più sul mondo che ci circonda. Un libro che fa comodo ad un viaggiatore a cui piace andare oltre l’apparenza delle cose e dei riti che incontra sulla strada dei propri viaggi. Se poi avete voglia di alleggerire… anche se Ginzburg oltre ad essere un grande storico è un ottimo narratore… Manuel Vazquez Montalban ci offre il suo Storie di Fantasmi edito dalla Feltrinelli, dove Pepe Carvalho è alle prese con casi un po’ diversi dal solito.
Alla prossima! M.I.

POTREBBERO INTERESSARTI...

Lascia un commento