Home » Oceania » Australia » Freycinet National Park: un assaggio della Tasmania più wild!

Freycinet National Park: un assaggio della Tasmania più wild!

Wineglass Bay
Il Freycinet National Park è una meta speciale, adatta a chi cerca un luogo in cui la natura regna incontrastata e a farla da padroni sono i suoi colori: mare azzurro, sabbie bianche, montagne di granito rosa e vegetazione verde brillante!

Freycinet National Park: Tasmania

Se la distanza e la logistica non vi spaventano anzi, costituiscono un plus del viaggio, allora la Tasmania (stato insulare dell’Australia) è decisamente la destinazione che fa per voi! Questo parco, scoperto  da un esploratore francese nel 1802 (che lo battezzò col nome di uno dell’equipaggio), vanta una serie di attrazioni indimenticabili e offre al visitatore un ventaglio di attività davvero accattivanti! La meta imperdibile è la Wineglass Bay, una delle spiagge più belle del mondo dalla perfetta forma a mezzaluna: per raggiungerla, si può scegliere la barca o una passeggiata di tre ore. 
Se non ve la sentite, potete fermarvi al Wineglass Bay Lookout, il punto di osservazione a metà strada, per assicurarvi un panorama che non ha bisogno di commenti! Secondo noi, sarebbe un vero peccato rinunciare a sguazzare in quelle acque trasparenti quindi stringete i denti e proseguite! 
 
Wineglass Bay

Wineglass Bay foto | mike lowe

Altre escursioni non mancano: inoltratevi nella lussureggiante brughiera che abbraccia la costa e scegliere la meta in base al vostro allenamento. Itinerari con meno di due ore di cammino tra andata e ritorno vi condurranno a Sleepy Bay, Little Gravelly Beach, Saltwater Lagoon, Cape Tourville; 
 
Sleepy Bay

Sleepy Bay foto | `◄ccdoh1► on flickr

 
itinerari con meno di quattro ore di cammino tra andata e ritorno a Mt Amos; itinerari con meno di otto ore di cammino tra andata e ritorno al Hazards Beach Circuit; ovviamente, presso il centro visitatori potrete pianificare escursioni anche più lunghe, con tanto di mappa e info utili. 
 
Panorama da Cape Tourville

Panorama da Cape Tourville foto | Bush Philosopher – Dave Clarke

I viaggiatori più in forma, che non rinunciano allo sport in viaggio, potranno scegliere tra tante attività da praticare sulle Hazard Range, le montagne del Parco (arrampicata, scalate e un adrenalinico trekking) o in mare (il kayak). La chicca: il clima della costa orientale della Tasmania viene spesso paragonato a quello della Francia Meridionale: vi sono infatti più di 300 giorni di sole l’anno quindi un viaggio al Freycinet National Park è sempre consigliato! La chicca 2: qui e solo qui è stato avvistato il famoso Diavolo della Tasmania, il marsupiale dichiarato nel 2008 a rischio di estinzione a causa di una gravissima malattia trasmissibile e da allora sottoposto a un ridigo programma di salvaguardia! In compenso, gli amanti degli animali, potranno contemplare molte altre specie endemiche, soprattutto di uccelli (gli ornitologi avranno una lunga lista di esemplari – circa 100 – da avvistare durante tutto il soggiorno!).
Pass: per accedere nei parchi nazionali della Tasmania è necessario il permesso da acquistare presso il centro visitatori. Il pass può essere valido per 24 ore: accesso per un veicolo che trasporta fino a 8 persone 22$; accesso pedonale 11$. Il pass può essere valido per 8 settimane: accesso per un veicolo che trasporta fino a 8 persone 56$; accesso pedonale 28$.
 
Dove dormire: nel parco ci sono dei campeggi che sono molto molto gettonati (nonostante alcuni siano privi di elettricità o acqua calda!). Pensate che in estate e a Pasqua la richiesta è talmente alta da rendersi necessario un sorteggio (sì avete letto bene!) che viene effettuato nel mese di agosto dell’anno precedente, con pagamento integrale del soggiorno in settembre! In alternativa, potete alloggiare a Coles Bay, a Swansea – a sud, 45 minuti – o a Bicheno – a nord, 30 minuti.

POTREBBERO INTERESSARTI...

5 commenti

Lila 18 Gennaio 2013 - 17:32

che meraviglia! spero di poterci andare una volta o l’altra, ma di sicuro, lo metto nella lista delle cose da fare!
un saluto e..perché no? ancora auguri di buon anno!
Lila

Rispondi
GIO - PRONTO AL PEGGIO 18 Gennaio 2013 - 10:13

Bellissimo ritrovare il tuo blog….

Rispondi
wiska 17 Gennaio 2013 - 22:15

Che meraviglie offre la natura…fortunati coloro che hanno la possibilità di visitare questo posti invantevoli.
Grazie Monica, a presto

Rispondi
Monica Nardella 17 Gennaio 2013 - 16:41

@nicki: è un posto meraviglioso! Avrei voluto pubblicare centinaia di foto!!!

Rispondi
nicki stauble 17 Gennaio 2013 - 11:54

Una meta obbligata per chi fà del viaggio uno stimolo per corpo e mente ….splendida >Terra

Niki

Rispondi

Lascia un commento