Home » Nordamerica » USA » Rocce che si muovono da sole nella Death Valley

Rocce che si muovono da sole nella Death Valley

Racetrack Playa USA Sailing Stone
Cosa rispondereste se vi dicessimo che il masso che vedete in foto si è mosso lungo il deserto, lasciando quella evidente scia dietro di sé? Non ci credereste? Eppure, nonostante non vi siano video a supporto di questo stranissimo fenomeno, pare che le “pietre mobili” (sailing stonessliding rocks o moving rocks) esistano davvero e si trovano negli Stati Uniti, nella Death Valley (Valle della Morte). 

Death Valley

Death Valley – foto | Thomas Hawk

 

Death Valley (Valle della Morte)

La Racetrack Playa, nella Valle della Morte, è il letto asciutto di un fiume dove si concentra lo spostamento delle rocce a causa del vento, probabilmente su suolo reso particolarmente viscido da brevi piogge. Il movimento si verifica ogni 2-3 anni e ne dura altrettanti: ciò che incuriosisce, oltre al fenomeno geologico in sé, sono le ragioni di alcune traiettorie che non si limitano a essere rettilinee, ma all’improvviso deviano con angoli a 90°. Per tutte le info dettagliate sulla strada da percorrere per arrivare alla Racetrack Playa consultate il sito del National Park Service.

 

Raggiungere la Racetrack Playa

La strada è accidentata e di solito sono necessari buoni pneumatici su un veicolo 4×4.
I veicoli a noleggio standard non sono consigliati e spesso si finisce per avere i pneumatici a terra.
Usare estrema cautela su questa strada durante la calura estiva. Non c’è copertura cellulare nella zona. Il tempo di percorrenza da Furnace Creek è di almeno 3,5 ore a tratta. Altre strade di accesso rendono il tragitto ancora più lungo e remoto.

La chicca: NON vi venga in mente di spostare le rocce, perché modifichereste irreparabilmente un fenomeno naturale che tutti devono ammirare. NON accedete con l’auto sul letto del fiume né in tratti fuoripista perché le superfici sono molto delicate e i pneumatici rischierebbero di lasciare tracce durature. Avvertenza: gli avvisi che potete leggere sul sito del National Park, in merito alla massima attenzione da prestare qualora vi recaste nella Death Valley in estate, non sono da sottovalutare poiché le temperature sono davvero proibitive quindi…partite preparati!

Orari: il parco è aperto tutto l’anno.

PREZZI INGRESSO ALLA DEATH VALLEY

Biglietto d’ingresso alla Death Valley – per veicolo – $ 30.00

Questo biglietto consente a tutte le persone che viaggiano con il titolare del permesso in un unico veicolo privato  (auto/camion/furgone), di uscire e rientrare nel parco tutte le volte che desiderano durante il periodo di 7 giorni dalla data di acquisto.

Per moto – $25.00

Questo biglietto consente alle persone che viaggiano su una moto, di uscire e rientrare nel parco tutte le volte che desiderano durante il periodo di 7 giorni dalla data di acquisto.

A piedi o in bicicletta – $ 15,00

Tale biglietto consente ad una singola persona che viaggia a piedi o in bicicletta, di uscire e rientrare nel parco quante volte lo desiderano durante il periodo di 7 giorni dalla data di acquisto.

POTREBBERO INTERESSARTI...

13 commenti

il cesco 1 Agosto 2012 - 14:27

Avevo letto a riguardo anche che c’era l’elettromagnetismo di mezzo. Senza dubbio rimane qualcosa di affascinante 🙂

Rispondi
TuristadiMestiere 25 Luglio 2012 - 18:26

@silvia: ma daaaaaaaaai! Che bello, mandaci qualche foto!!!
@adriana: a chi lo dici!
@annmeri: ahahahahhaahha a me piacerebbe riprenderlo!
@tomaso: ma grazie!
@thepauper: in effetti è un fenomeno su cui hanno scritto in molti 😀
@andrea: ahahahhaah a questo non avevo pensato, bisognerebbe suggerire questa ipotesi agli studiosi! 😀
@alli: grasssssssssie! 🙂
@hob: qual è il titolo del libro!!!
@baol: hahahahaha questa è ancora più forte di quella di Andrea 😀 sono certa che è una spiegazione plausibile!
@sississima: ma ciao Silvia, un caro saluto a te!
@erika: segna segna e poi scatta scatta!!! 😛

Rispondi
Erika Carrera 24 Luglio 2012 - 19:40

Ohhhh cielo e adesso come faccio ? Ci devo andare, per forza … ma che bella questa cosa 😀 , grazie, mica la sapevo !!! 🙂 (Promemoria mete viaggio : Racetrack Playa – Death Valley …)

Rispondi
sississima 24 Luglio 2012 - 16:38

fortissimo questo fenomeno, proprio non lo conoscevo, un abbraccio SILVIA

Rispondi
Baol 24 Luglio 2012 - 15:34

Vabbè, ma nel deserto ci si rompe le scatole…lo capisco bene che anche alle pietre venga voglia di fare 4 passi

😀

Rispondi
Hob 24 Luglio 2012 - 14:59

che incredibile coincidenza, ho appena letto un libro ambientato nella death valley!!! Altro posto da vedere sicuramente, anche e soprattutto per questo strano fenomeno!

Rispondi
Alligatore 24 Luglio 2012 - 13:12

Robba da film … bella la nuova veste grafica. Pulitissima.

Rispondi
Andrea 24 Luglio 2012 - 10:22

persino le rocce vorrebbero sloggiare con quelle temperatura…troppo caldo..non fa per me 🙂

Rispondi
ThePauperFashionist 24 Luglio 2012 - 9:24

Ne avevo sentito parlare 😀

Rispondi
Tomaso 24 Luglio 2012 - 9:08

Molto interessante.Tomaso

Rispondi
AnnMeri 24 Luglio 2012 - 8:53

Probabilmente resterei a gurdare questi sassi in eterno XD

Rispondi
Adriana Riccomagno 24 Luglio 2012 - 8:52

Ho letto vari articoli su questo fenomeno misterioso… mi piacerebbe molto andarci!

Rispondi
Silvia 24 Luglio 2012 - 8:47

Non conoscevo questo fenomeno che è molto interessante. E’ vero, in estate nella Death Valley fa molto caldo, ma vale comunque la pena attraversarla per vedere dei paesaggi mozzafiato. Io l’ho fatto, e se tornassi indietro lo rifarei sicuramente!

Rispondi

Lascia un commento