Home » Italia » Emilia Romagna » Il sentiero degli Dei

Il sentiero degli Dei

Badolo
Badolo

Badolo – foto | Stefano Liboni

 
Se volete “staccare la spina” e immergervi completamente nella natura, pianificate una passeggiata lungo il Sentiero degli Dei (segnalato dal CAI), una strada che vi porterà da Bologna a Firenze, passando, in alcuni tratti, sulle pavimentazioni risalenti al medioevo se non addirittura ai romani! Il cammino, per un totale di 145 km, non è sempre agevolissimo, anche perché da Bologna, si sale fino a 1190 metri per ridiscendere in prossimità del capoluogo toscano ma la difficoltà è sicuramente ripagata dai paesaggi che potrete ammirare ad esempio da Monte Adone. 

Qui non solo è assicurato un panorama mozzafiato a 360° ma persino una importante lezione di geologia, visto che l’area in cui sorge il Monte Adone (Riserva Naturale Regionale) è definita “Contrafforte pliocenico”. Infatti, gli innalzamenti e gli abbassamenti del livello del mare hanno provocato stratificazioni successive con la conseguente sedimentazione di numerosissimi fossili marini. Interessanti sono pure la flora e soprattutto la fauna di questi luoghi: durante il cammino si possono avvistare il Falco Pellegrino e quello Pecchiaiolo, l’Albanella Minore, l’Averla Piccola e il Succiacapre. Dicevamo prima che il percorso si sovrappone a tratti antichissimi, come la cosiddetta Flaminia Militare: e con la storia, avete fatto il pieno di informazioni utili durante il cammino! La chicca: Il sentiero si chiama così per le cime che evocano nomi di antiche divinità, come Monte Venere e Monte Luario. 
Il consiglio: i periodi migliori per questa avventura sono maggio e settembre.  Suggeriamo di adeguare l’abbigliamento a un trekking medio difficile e di portare con voi uno zaino leggero, perché la strada è lunga e non è consigliabile affaticarsi inutilmente. Si può alloggiare in tenda oppure negli alberghetti situati nei paesini microscopici che si incontrano lungo il cammino. Se volete partecipare a un trekking organizzato, potete consultare il programma de La Compagnia dei Cammini oppure lasciarvi ispirare dall’itinerario n.1 e itinerario n.2 di Avventurosamente (avventurosamente.it).

POTREBBERO INTERESSARTI...

7 commenti

Adriano Maini 1 Agosto 2012 - 9:19

Meraviglie, ignote ai più, dell’Appennino!

Rispondi
Christomannos 31 Luglio 2012 - 11:18

Veramente interessante. Sicuramente da approfondire.
grazie e ciao

Rispondi
Exodus 30 Luglio 2012 - 19:19

Quasi quasi….

Rispondi
NKW 30 Luglio 2012 - 17:33

Ohhhhhhh beeeelloooo. Quasi quasi sarebbe da andarci e farci una bella foto per onemillionphoto.

Rispondi
Baol 30 Luglio 2012 - 14:09

Cos’è il succiacapre? Il mostro della mitologia messicana chupacabras? 😛

Rispondi
Adriana Riccomagno 30 Luglio 2012 - 11:35

Che bello! Non sapevo nemmeno che esistesse! Mi preoccupa solo il fatto che sia così difficile… chissà se sarei in grado? Mah!

Rispondi
ThePauperFashionist 30 Luglio 2012 - 11:11

Non conoscevo quest’itinerario, grazie 😀

Rispondi

Lascia un commento