Home » Batteri in hotel: non aprite quella porta!

Batteri in hotel: non aprite quella porta!

Scopa
Batteri in Hotel
 
E’ di pochi giorni fa la presentazione all’American Society of Microbiology di una ricerca condotta da Katie Kirsch dell’Università di Houston sui luoghi in cui si annida la maggior parte dei batteri in hotel: i risultati emersi sono sconcertanti! Infatti, a ben esaminare lo studio, si scopre che è sensato ritenere che quelle superfici siano “inquinate” peccato che poi, quando si entra in una camera d’albergo, si osservi tutt’altro (io di solito mi precipito in bagno)! Ebbene, sveliamo il risultato: state alla larga dai pulsanti in genere, da quelli del telecomando a quelli delle abat-jour, da quelli del telefono a quelli dei condizionatori! Sono questi i luoghi in cui si concentrano i temuti microbi perché, pur essendo assiduamente manipolati, non rientrano (ovviamente) nel detersione quotidiana (né straordinaria!). Altrettanto insidiosi, i lavandini del bagno e i pavimenti. Ora vi chiederete: come mai? Perché un attento esame dei prodotti utilizzati per le pulizie ha rivelato che spessissimo sono proprio stracci e panni  a veicolare i batteri da un ambiente all’altro e, addirittura, da una camera all’altra. Molte strutture alberghiere stanno applicando, ormai da diversi anni, protocolli molto severi riguardanti l’igiene e alla luce di queste ricerche alcune catene studiano soluzioni ad hoc (vedi ad esempio i Best Western che hanno lanciato il programma I Care Clean per una disinfezione accurata grazie all’uso di una strumentazione più tecnologica agli addetti alle pulizie). Io credo che guarderò con sospetto tutti i pulsanti della camera, almeno all’inizio: poi mi godrò la vacanza, come sempre. Le vostre abitudini, invece, cambieranno?

POTREBBERO INTERESSARTI...

10 commenti

GIALLOSANMARINO 6 Luglio 2012 - 9:06

okkk mi compro un rilevatore batterico e faccio un macello….PARANOIA !!!! <:)
_marì

Rispondi
Andrea 5 Luglio 2012 - 21:02

concordo con bocchigliero…so tutti anticorpi!! (e cmq ti scrivo da un hotel in viaggio di lavoro…quindi un pò di paranoia me l’hai messa :)) )

Rispondi
bocchigliero oltre...... 5 Luglio 2012 - 16:31

Niente paura!! basta avere buoni anticorpi, essere sani,e non temete nulla, altrimenti vi assalgono fobie assurde, anni fa in marocco abbiamo dormito in catapepecchie invase da topi e zanzare, ma non abbiamo avuto nulla, ma attenzione al cibo!!!! a quello propio si!!!!
Piero

Rispondi
Ciccola 5 Luglio 2012 - 14:00

Queste cose mi mettono sempre un po’ d’ansia… In genere se la stanza mi sembra pulita non mi faccio tanti problemi, l’unica cosa che controllo bene sono le lenzuola e le federe. E’ vero che passo tutto il tempo in giro, ma quando torno in albergo il letto deve essere confortevole!

Rispondi
Ambra 5 Luglio 2012 - 12:31

Ma così non si vive più!!! Io voglio godermi il soggiorno!
L’unica cosa alla quale sto attenta da sempre è il piatto doccia. Prima di metterci i piedi ci butto dell’alcool.
E poi anche la nostra casa è piena di batteri!

Rispondi
cristine 5 Luglio 2012 - 12:10

Io mi porto dietro germozero un prodotto che si spruzza sulle superfici e le igienizza….ho cominciato a farlo anni fa andando all estero…però se ci pensiamo..anche la maniglia per entrare in una farmacia è giùà un betterio vivente.
Meglio vivere da fatalisti.

Rispondi
Adriana Riccomagno 5 Luglio 2012 - 12:06

E’ una cosa su cui rifletto da tempo e quello che scrivi non fa che confermare ciò che pensavo. Però le abitudini non cambieranno… alla fine sono un po’ fatalista e non mi va di fasciarmi la testa 🙂

Rispondi
Sara... 5 Luglio 2012 - 10:38

Il panico non mi prende ma di sicuro non giro a piedi nudi in hotel! Ciabatte anche in doccia… i funghi li ho presi una volta e.. mai più!!

Rispondi
Lallabel 5 Luglio 2012 - 10:34

Queste ricerche spesso mettono solo ansia nella gente. Mai viste quelle tramissioni dove il tizio sale sull’autobus, sul treno ecc e poi mette le mani nelle piastre Petri per vedere la crescita batterica?Tutto l’ambiente è contaminato, anche i pulsanti di casa nostra! Io sinceramente non pulisco molto spesso l’interruttore delle lampade.
Comunque è giustissima l’osservazione degli stracci usati per pulire ed è proprio per questo che io igienizzo sempre spugne e stracci per due volte al massimo e poi li sostituisco. Altrimenti non facciamo altro che TRASCINARE lo sporco.
Ma non dimentichiamoci che vivere in un mondo asettico sarebbe peggio e deleterio per il nostro sistema immunitario, quindi NO PANIC!
Concludo precisando che sono biologa phd in Microbiologia e Virologia e parlo non per sentito dire hehehe!

Rispondi
ila 5 Luglio 2012 - 10:08

Penso proprio di no!!!
Anch’io non appeno entro controllo letto e bagno, il primo deve essere comodo il secondo pulito e splendente…ovviamente il mio è solo un esame superficiale, non sono ancora dotata di lampade da CSI!!! …poi per il resto penso solo a godermi la vacanza anche perchè solitamente in un soggiorno fuori casa il posto in cui meno sto è proprio la stanza d’hotel, serve solo per dormire e sistermarsi…fuori da quelle quattro mura c’è un mondo da scoprire, ovvio però che se l’ambiente della stanza è carino e pulito anche la mia vacanza sarà certamente migliore!!!…per la cronaca io porto sempre con me salviettine igienizzanti da passare all’occorenza :)…ciaociao

Rispondi

Lascia un commento