Home » Italia » Lazio » Roma, visita al Monte dei Cocci

Roma, visita al Monte dei Cocci

monte cocci roma testaccio
monte-cocci-roma-testaccio

Monte dei Cocci – foto tratta da Scoprendoroma.info

Tappe insolite a Roma? Visita al Monte dei Cocci, una “montagna” artificiale nel cuore di Testaccio, un quartiere capitolino che ha tante sorprese. Informazioni e prezzi.

Se vi dico Monte dei Cocci, cosa vi viene in mente? Udite udite: “cocci” è la traduzione del latino “testae” (=anfore) e parliamo del Monte Testaccio, che naturalmente si trova nell’omonimo quartiere romano.
Il piccolo promontorio, alto una cinquantina di metri, è nato dall’accatastamento, nel tempo, di anfore usate per trasportare via nave beni primari alla Capitale (soprattutto olio, dall’Andalusia e dall’Africa). Le anfore non riutilizzabili venivano distrutte ed i resti abbandonati in un’unica zona nelle vicinanze del porto. Nel tempo, la collinetta artificiale è diventata il famoso “Monte dei Cocci”.

Monte dei Cocci

Monte dei Cocci – foto | Alex Jmax

Si stima la presenza di 25 milioni di anfore dai cui resti, grazie alle informazioni riportate su di essi, si può desumere il periodo storico di riferimento. Dopo una sana passeggiata tra queste incredibili rovine storiche si arriva in cima, dove potrete godere di uno spettacolo impagabile:  la vista di tutta la città di Roma e dei suoi splendidi monumenti.

Monte dei Cocci

Monte dei Cocci – foto | Alex Jmax

La zona sottostante al monte anticamente era destinata a “grottini” dove si organizzavano banchetti, si beveva e si conservava il vino. Oggi sono sede di locali e ristoranti e costituiscono uno dei quartieri più vissuti nelle notti romane. Indirizzo: Via Nicola Zabaglia 24. Prezzi: 4€ intero a cui va sommato il prezzo della visita guidata – obbligatoria -gestita da varie associazioni culturali (L’Asino d’Oro, I viaggi di Adriano, Radici Associazione Culturale).

POTREBBERO INTERESSARTI...

10 commenti

Bl4cKCrOw 3 Aprile 2012 - 22:59

Che posto affascinante! E la sua storia, legata al suo nome, contribuisce non poco a renderlo ancor più suggestivo! E pensare che quando sono andato a Roma ho visto il Colosseo, San Pietro, Castel Sant’Angelo e Piazza di Spagna… Ho sbagliato proprio tutto e tu e Andrea Barbato sopra di me ne siete una costante conferma 🙂
Un saluto ed un abbraccio Turista! Felice Pasqua!

Rispondi
sississima 3 Aprile 2012 - 19:39

Bella la foto, un abbraccio SILVIA

Rispondi
Adriano Maini 3 Aprile 2012 - 17:38

Conoscevo la storia, ma non sono mai riuscito a passarci. Interessanti, quelle fotografie!

Rispondi
Emanuele Secco 3 Aprile 2012 - 15:38

Questa proprio non la sapevo. Ok, me la segno per il prossimo giro a Roma :)E.

Rispondi
Andrea 3 Aprile 2012 - 9:57

chissà come mai adoro questi tuoi post su Roma 😉 e ci credi che ancora non ho fatto una visita all’interno? me tocca, me tocca!!

Rispondi
Parola di Laura 3 Aprile 2012 - 9:55

che vergogna, dopo 10 anni nella capitale non la conosco…rimedierò!

Rispondi
ila 3 Aprile 2012 - 9:45

Cavoli…ne hanno rotte di anfore!!! Bellissima notizia ed interessante l’iniziativa della visita…Ciao a presto!

Rispondi
Angelo 3 Aprile 2012 - 9:40

Sono a Roma da un anno ma mia nessuno me ne aveva parlato..tocca andarci si!! 🙂

Rispondi
Rory 3 Aprile 2012 - 8:43

Sai che non lo conoscevo?
Tocca andarci. 🙂

Rispondi
Tomaso 3 Aprile 2012 - 8:36

Bella questa immagine, ora che siamo nella settimana Santa quella croce è suggestiva.Tomaso

Rispondi

Lascia un commento