Home » Curiosità » Sleepbox: cabine di design per dormire in aeroporto

Sleepbox: cabine di design per dormire in aeroporto

sleepbox
Cabina aeroporto – foto di 生活童話
Siete in aeroporto e siete costretti a fare un lungo scalo? Vi piacerebbe riposare, leggere o navigare tranquillamente, senza essere disturbati dal viavai di altri passeggeri o dai rumori tipici di un aeroporto? Bene, da qualche tempo potete comodamente rifugiarvi nelle Sleepbox, delle cabine vere e proprie dotate di finestrini a oblò, nelle quali trovare tutti i comfort necessari per trascorrere le ore di attesa riposando o lavorando indisturbati.
Cabina aeroporto
Cabina aeroporto

Cabina aeroporto – foto di 生活童話

 
Il primo aeroporto che ha creduto in questo esperimento, incontrando un grande favore di pubblico, è stato quello di Mosca, lo Sheremetyevo International Airport, ma siamo certi che presto anche altri si doteranno di queste “capsule” per fermare il tempo (o per trascorrercelo).
 
Prezzi: 9€ l’ora a persona per la doppia; 12€ per la singola.
Orari: minimo 15 minuti.
Confort: wi-fi, tv con touch-screen, aria condizionata, lenzuola e coperte, corrente elettrica e sistema pagamento digitalizzato.
 
News segnalata da Stefanodav

POTREBBERO INTERESSARTI...

22 commenti

Apely 6 Giugno 2012 - 12:22

Che bel blog e che bell’articolo. Non sapevo dell’esistenza di una cabina per riposarsi in aeroporto. Sono stati in parecchi posti ma non l’ho mau vista. Da quanto leggo si trova solo a Mosca quindi?
Comunque nuova iscritta. Nel mio piccolo ,nel blog che ho creato da poco, parlo anche dei viaggi che ho fatto e delle meraviglie che la terra ci concede. Sto cercando di impostarlo meglio però:)
http://ilpanda-pandy.blogspot.it/

Rispondi
TuristadiMestiere 30 Ottobre 2011 - 15:49

@erika: sì, l’idea è più o meno questa. Trovare un’oasi di relax dove riposare o leggere un giornale in santa pace!
@bocchigliero: e poi, visti i prezzi, cosa si può chiedere di più???
@tomaso: non è una battuta, è il vero timore di chi le ha progettate: che diventino LOVEBOX!!!
@francesca: sì sì, sono solo per chi ha uno scalo più lungo e vuole stendersi un’oretta!!!
@zio: ecco, dicevo proprio prima che qualcuno teme che diventino LOVEBOX (per dirla in maniera più politicamnete corretto – quindi ipocrita – del tuo fuckingbox aahahahahhaahhaha), ma finché non arrivano in Italia, non dovrebbero esserci problemi!
@fede: a chi lo dici!!! P.S. ben trovata!
@barbara2: speriamo, in effetti parliamo di una soluzione comoda ed economica!
@lila: a me piace fare un giretto ma siccome il rischio di spendere è altissimo…meglio “rinchiudersi” 😛
@NKW: le mie attese in aeroporto non sono estenuanti, ma nemmeno io mi potrei permettere lunghe ore su quelle seggiole scomodissime!
@adriano: ahahahahah
@mauro: lo penso anche io!
@eva: qualche dritta chic per il mio vestitino??? 😉
@teo: 🙂 speriamo si estenda in molti altri aeroporti!
@silvia: hahahahaha non siete gli unici ad averlo pensato ahhaahhahaa
@exodus: ci pensi, partire per MOsca solo per provare le sleepbox???
@andrea: immagino!!! P.S. e ce la dovresti raccontare la notte brava!!! 😛
@baol: funzionerà!
@rob: dovresti fare un reportage fotografico del bivacco in aeroporto!
@tizi: hai ragione, tipo quando l’autostrada viene chiusa per neve e tu sei lì all’addiaccio perché qualche intelligente, nonostante l’allerta, non ha cos sé le catene…

Rispondi
tiziana 28 Ottobre 2011 - 18:39

Io penso che sia un’idea da sperimentare, propongo una soluzione simile anche sulle autostrade, Sleepbox per una notte, mi sono trovata in alcuni viaggi lunghi dove avrei pagato non so cosa per averlo.

Rispondi
Roberto Panciatici 28 Ottobre 2011 - 10:55

Figata! Considerando anche che solitamente io mi sdraio per terra 😛

Rispondi
Baol 28 Ottobre 2011 - 10:37

Mi sembra davvero un’ottima idea

Rispondi
Andrea 28 Ottobre 2011 - 8:37

hehehe le amo. Una volta sperimentai un specie di minuscolo albergo a ore dentro l’aeroporto di Stoccolma quando avevo sei ore di scalo e una nottata brava alle spalle. I soldi spesi meglio in vita mia 😀

Rispondi
Exodus 28 Ottobre 2011 - 7:58

Meraviglioso, voglio andare lì, non per viaggiare ma per dormire. voglio arrivare lì, provare i materassi, farmi una dormita e poi tornarmene a casa!!!!

Rispondi
TheGirlwiththeSuitcase 28 Ottobre 2011 - 7:45

si carina come idea ma in effetti sottoscrivo il ps di Zio Scriba… 😉

Rispondi
teo 28 Ottobre 2011 - 6:47

Grande idea!ciaooo

Rispondi
Eva 27 Ottobre 2011 - 20:43

Le vorrei in aereo allo stesso prezzo!

Nuovo vestitino per il blog noto qui… Mi piace! Baci

Rispondi
Mauro 27 Ottobre 2011 - 20:05

Carinaaaaaaaaaaaaa 🙂

Rispondi
Adriano Maini 27 Ottobre 2011 - 19:56

Sono rimasto senza parole. E sì che non é facile …

Rispondi
NKW 27 Ottobre 2011 - 19:46

Ohilà che bella cosa. Ormai la mia schiena non tollera più svaccamenti vari sulle panchine.

Rispondi
Lila 27 Ottobre 2011 - 18:43

questa mi piace davvero! anche se a me piace girellare per l’aereoporto, se mai dovesse capitare le proverò!
a te.. un abbraccio e spero, un comodo divano per i ritorni a casa 🙂

Rispondi
Barbara Franceschini 27 Ottobre 2011 - 18:28

ops ho ripetuto due volte “come cosa”…troppe ore di università comportano gravi problemi d’italiano! pardon!

Rispondi
Barbara Franceschini 27 Ottobre 2011 - 18:27

ma è stupenda come cosaaa!!! 😀
speriamo si diffonda presto come cosa!!

My photoblog: http://www.photographyforpassion.blogspot.com/

Rispondi
Federica Rossi 27 Ottobre 2011 - 17:58

Ecco… Io ci vivrei in un aeroporto 🙂

Rispondi
Zio Scriba 27 Ottobre 2011 - 17:49

Bell’idea… ma se poi uno ci sta comodo comodo come uno scoiattolo nell’albero cavo, e il libro che ha da leggere è meraviglioso, rischia di perdere l’aer… ah, no, ritiro tutto, con quei prezzi… 🙂

p.s. e se poi lo trasformano tutti in fucking box? chiuderanno un occhio o nascerà la buoncostume aeroportuale? 😀

Rispondi
francesca 27 Ottobre 2011 - 17:34

Beh se servono per gli scali…. l’importante è che non siano per gli imprevisti legati ai voli e che non costino più di un pernottamento in hotel.
Ciao,Francesca

Rispondi
Tomaso 27 Ottobre 2011 - 17:15

Bella questa notizia, non vorrei che ognuno ne approfitti per passare la notte allora si che dovranno fare centinaia di queste cabine…Scusa la battuta! è veramente una bella novità.Tomaso

Rispondi
bocchigliero oltre...... 27 Ottobre 2011 - 17:11

Comodità, tranquillità, serenità e tanto altro sono obiettivi per la felicità, per stare bene e trascorrere le ore di attesa in opportunità… bello!!!

Rispondi
Erika 27 Ottobre 2011 - 16:53

Bella idea! A me piacerebbe utilizzare una di queste cabine quando gli scali sono lunghi e non trovi un posto a sedere.Ciao Monica e sereno weekend

Rispondi

Lascia un commento