Home » Italia » Toscana » Roomorama: noi l’abbiamo sperimentato!

Roomorama: noi l’abbiamo sperimentato!

roomorama

How Roomorama Works from Roomorama on Vimeo.

In questo week end di “assenza” abbiamo lavorato per voi, sappiatelo!
Avevamo sentito parlare di
Roomorama, un sito attraverso il quale affittare appartamenti per brevi periodi (per vacanza o per lavoro) ma prima di consigliarvene l’uso, l’abbiamo sperimentato di persona.
Destinazione: Firenze.
Roomorama si avvale di una piattaforma abbastanza intuitiva e semplice da usare su cui ci siamo iscritti gratuitamente. Potrete selezionare la lingua, ma sappiate che alcune parti del sito non sono tradotte, quindi prestate attenzione nella lettura, ad esempio, alle condizioni di check in e di check out o alle descrizioni della struttura. E’ sufficiente inserire la destinazione (in inglese: per Firenze dovete digitare Florence, per Napoli, Naples e così via), la data di arrivo e il numero di occupanti. Il sito restituirà tutti gli appartamenti (o le camere) disponibili in città e il relativo prezzo. Per conoscere più dettagliatamente ciascuna offerta, non dovrete fare altro che cliccare sul link dell’appartamento desiderato. Noi vi consigliamo di inoltrare la richiesta a più di una struttura, così quando il proprietario vi risponderà, avrete un minimo ventaglio di scelta. Non è detto, infatti, che l’appartamento sia affittabile (nonostante nella ricerca iniziale il sito ve lo abbia indicato come libero) o che il proprietario vi risponda in tempi rapidissimi (come sarete certamente abituati con gli hotel).

Il nostro suggerimento è quindi di poter scegliere tra la serie di alloggi che vi avranno dato risposta affermativa, a seconda delle vostre esigenze. Per prenotare, non dovrete fare altro che confermare, pagando con paypal o carta di credito. A pagamento avvenuto, riceverete una mail con un codice, che dovrete stampare e consegnare al proprietario. Solo al momento del check in, infatti, questi disporrà del codice per l’incasso dell’importo (una sorta di tutela per chi viene ospitato).
Il nostro parere sul sito è essenzialmente positivo. Le strutture, in tutto il mondo, nel loro database sono più di 400. In Italia sono sbarcati da poco, eppure possono vantare appartamenti interessanti nel prezzo e nella qualità (almeno su carta). Noi abbiamo goduto di un’assistenza tempestiva ed esaustiva nelle più svariate richieste. Inoltre, ci è sembrato interessante l’invio di e-mail automatiche che ci hanno suggerito di volta in volta di “sollecitare” il proprietario della struttura che non aveva ancora risposto alla nostra richiesta di disponibilità, trascorso un lasso di tempo predeterminato. Abbiamo trovato questa opzione davvero lodevole perché, pur essendo inviata in automatico, non ci si sente abbandonati a se stessi (come accade di solito nell’effettuare prenotazioni online).

Alla fine della nostra ricerca, un ospite si è detto non disponibile ad affittare la propria struttura, gli altri due sì. Tra i due, abbiamo scelto l’appartamento “La Torre”, esclusivamente per ragioni di spazio essendo in quattro (a parità di zona e prezzo). All’importo di 100€, presente sulla scheda dell’appartamento, sono stati applicati 13€ di commissione di roomorama per una notte e 25€ di tasse “Processing/Misc”. Alcuni proprietari fissano condizioni di affitto più o meno stringenti, ma tutte dichiarate prima (fumatori/non fumatori, caparra, animali, parcheggio). Nel nostro caso, il check in doveva essere fatto tra le 14 e le 19 e il check out entro le 10. Un’inflessibilità concreta, pena pagamento di una “multa”: se fossimo arrivati dopo le 19, avremmo dovuto pagare un supplemento di ben 100€, se avessimo lasciato l’appartamento dopo le 10 del mattino, avremmo dovuto pagarne 50€.
Questa inflessibilità ci ha costretti a ridurre i soggiorno, da due notti a una, perché sapevamo di non poter arrivare entro le 19 di venerdì e certo non avevamo nessuna intenzione di pagare una multa equivalente al prezzo di una notte. Dal momento però che le condizioni sono state espresse in maniera chiara e da noi accettate all’atto di prenotazione, non si sono creati particolari disguidi (anche se quando si sceglie l’appartamento lo si fa per godere di una maggiore libertà e di un netto risparmio). La nostra puntualità è comunque stata premiata dal proprietario che ci ha fatto fare il check in prima delle 14 (essendo arrivati a Firenze di primo mattino) e ci ha lasciato utilizzare una stanza sicura per depositare le borse dopo il check out delle 10.
L’appartamento era decisamente spartano ma in zona centralissima, in uno splendido palazzo d’epoca. Ci ha fatto un po’ di effetto entrare in una dimora storica e poi trovarci in un appartamento arredato con pezzi essenziali ed economici, ma del resto le foto pubblicate nel sito ci avevano dato un’idea chiara dell’appartamento che avremmo trovato, quindi le nostre aspettative non sono state particolarmente deluse. Sconsigliamo di scegliere questa soluzione abitativa alle famiglie e alle persone di una certa età, almeno nel week end, perché i locali in zona sono frequentati fino a tarda notte e gli schiamazzi, il vociare, la musica non conciliano certo il sonno! Detto questo,  presto pubblicheremo il mini diario di viaggio a Firenze!

POTREBBERO INTERESSARTI...

4 commenti

TuristadiMestiere 4 Ottobre 2011 - 11:04

@tomaso: non male, direi…tranne per chi ci abita!!!
@adri: sì. Essenziale ma utilissima per chi vuole viaggiare senza troppi fronzoli!
@giulia: grazie a te, sempre di tutto!!!

Rispondi
GIULIA 3 Ottobre 2011 - 17:33

Grazie turista per questa dritta…

Rispondi
Adriano Maini 3 Ottobre 2011 - 14:47

Offerta turistica essenziale, ma significativa.

Rispondi
Tomaso 3 Ottobre 2011 - 9:50

C è un detto! vedi Napoli e poi muori, è un detto che andrebbe tramutato in così!Prima di morire visita Roma la città eterna.Tomaso

Rispondi

Lascia un commento