Home » Europa » Russia » Dostoevskaya, la fermata metro del demonio

Dostoevskaya, la fermata metro del demonio

Dostoyevskaya

 

fermata Metro Dostoevskya

particolare della fermata Metro Dostoevskya – foto di jaime.silva

 

Il 19 giugno del 2010 è stata inaugurata a Mosca la criticatissima fermata metro Dostoevskaya,  prolungamento della linea “Ljublinsko-Dmitrovskaya” – dal centro, in direzione nord. La fermata, dedicata a Dostoevsky, è stata affidata all’estro dell’artista Ivan Nikolayev che ha decorato pannelli di marmo bianco, nero e grigio, ispirandosi liberamente a “Delitto e Castigo”.

 

fermata Metro Dostoevskaya

fermata Metro Dostoevskaya – foto di jaime.silva

Per psicologi e sociologi l’ambientazione cupa, macabra e violenta (vi sono rappresentati un suicidio e un omicidio) avrebbe potuto suggestionare i passeggeri più fragili, inducendoli a gesti inconsulti se non addirittura al suicidio. Dopo qualche settimana di stop dovuta alle polemiche, la fermata è stata aperta al pubblico (sbloccando anche l’inaugurazione di quella successiva, Mayrina Roshcha).
particolare della fermata Metro Dostoevskaya

particolare della fermata Metro Dostoevskaya – foto di jaime.silva

E’ trascorso più di un anno e i timori sono ormai un lontano ricordo: al contrario, le polemiche hanno incentivato l’afflusso di turisti, incuriositi dalla metropolitana del demonio. La chicca: i “numeri” della metro russa fanno impallidire quelli degli altri sistemi di trasporto underground: 300 km, 12 linee, 182 stazioni riccamente decorate, 7 milioni circa di passeggeri ogni giorno.

POTREBBERO INTERESSARTI...

7 commenti

TuristadiMestiere 11 Settembre 2011 - 20:28

@giacy: infatti sembra un piccolo spazio museale, atro che fermata metro…a me piace!
@klod: pare che le fermate siano una più particolare dell’altra!!!
@maz: a chi lo dici!!! Lo trovo un mezzo fantastico per veicolare messaggi e per diffondere l’arte!
@vero: ti voglio vedere immortalata col cartello davanti al suicida, allora!!! 🙂
@ema: chissà che non possa arrivare l’ispirazione che cerchi (a scrivere, però!) ;P
@tizi: verissimo. Sobria ed elegante. e pure poetica!

Rispondi
tiziana 11 Settembre 2011 - 19:31

appunto, a me sembra molto elegante.

Rispondi
Emanuele Secco 11 Settembre 2011 - 16:57

Wow! Allora uno dei prossimi libri che leggerò sarà proprio Delitto e Castigo :-)E.

Rispondi
Veronica 11 Settembre 2011 - 11:49

‘Delitto e castigo’ è uno dei miei libri preferiti e non a caso considero Dostoevskij un maestro. Progetto di andare a studiare un mesetto a Mosca o San Pietroburgo l’estate prossima, così forse avrò l’occasione di vedere questa fermata, che tra l’altro considero un’opera geniale!

Rispondi
Maz 11 Settembre 2011 - 11:21

Che bellezza. Vedere l’arte nei luoghi della quotidianità mi dà un gusto particolare…

Rispondi
Klod 11 Settembre 2011 - 10:31

Spettacolare!
Non ci sono mai stata, ma penso che Mosca valga la pena di essere vista anche solo per le stazioni della metro!

Rispondi
giacy.nta 11 Settembre 2011 - 10:16

La metropolitana di Mosca è forse la più bella, curata, pulita tra quelle che ho visto. Ogni stazione ha qualcosa di particolare. Quella dedicata a Dostojevsky mi sembra altrettanto suggestiva. I russi amano l’arte, la poesia e ciò si rende evidente anche e soprattutto “underground”… p.s.Auguri per la tua nuova sistemazione :-)))

Rispondi

Lascia un commento