Home » Europa » Spagna » Cardona: visita alla Montagna di Sale

Cardona: visita alla Montagna di Sale

montagna di sal
Montagna di Sale

Montagna di Sale – foto di xn44

 
Cardona è una piccola cittadina della Catalogna sulle rive del fiume Cardoner, famosa per la Montanya de sal, costituita esclusivamente di salgemma. Agli inizi del ‘900 iniziarono gli scavi esplorativi che portarono al rinvenimento di una miniera di sale potassico abbondantemente sfruttata negli anni, finché i chilometri e chilometri di gallerie non sono stati riconvertiti per il turismo.
Montanya de sal

Montanya de sal

foto di xn44
 
Oggi l’intero complesso del Parco Culturale della Montagna di Sale può essere visitato (con itinerari che scendono a profondità incredibili, quasi 90 metri!) alla scoperta dei tunnel, delle sale espositive, dei laghi sotterraei e delle meravigliose stalattiti. Le sale museali ospitano antichi macchinari e utensili, oltre a tabelle descrittive che descrivono la storia dello sfruttamento della principale risorsa mineraria della valle.   

Montanya de sal

Montanya de sal – foto di xn44

Indirizzo: Carretera de la mina s/n.
Orari: martedì – venerdì dalle 10 alle 15. Visite guidate alle 11 e alle 13.30
sabato e domenica dalle 10 alle 18. Tour ogni mezz’ora. Ultima visita alle 16.30. Nel mese di agosto, martedì – venerdi dalle 10 alle 19, tour ogni mezz’ora. Ultima visita alle 18. Il lunedì è generalmente chiuso, salvo che non coincida con particolari giorni festivi.
Prezzi: 11€ intero, 8,50€ pensionati, 3€ bambini dai 2 ai 4 anni, 6€ bambini dai 5 ai 12 anni.

POTREBBERO INTERESSARTI...

3 commenti

Adriano Maini 30 Settembre 2011 - 20:06

Oggi é un vero spettacolo, ma il pensiero va soprattutto a chi vi lavorò, perché di sicuro vi si trovava in condizioni dure, molto dure.

Rispondi
TuristadiMestiere 30 Settembre 2011 - 14:04

@barbara: infatti, le ho selezionate con moooolta cura per rendere al massimo le suggestioni di questi luoghi!

Rispondi
Barbara Franceschini 30 Settembre 2011 - 13:00

che foto stupende!!! 😀

My photoblog: http://www.photographyforpassion.blogspot.com

Rispondi

Lascia un commento