Home » Nordamerica » USA » Meteora: Mojave Phone Booth

Meteora: Mojave Phone Booth

Mojave Phone Booth
Mojave Phone Booth

Mojave Phone Booth – foto di britain


Interstatale 15, Riserva Nazionale del Mojave. Nel deserto californiano, nel silenzio più assoluto, si è sentito un trillo. Non era un miraggio. Lo squillo proveniva da una cabina telefonica, anzi, dalla cabina telefonica più famosa del mondo: la Mojave Phone Booth!

Installata più di 50 anni fa nel nulla del deserto per consentire ai minatori che lavoravano in zona e accampati nelle roulottes di comunicare con i familiari, è stata dimenticata per un lungo periodo, finché un  giovane californiano, tale Godfrey Daniels, non ne ha scoperto l’esistenza sfogliando un giornale. Deciso a verificarne la funzionalità, Daniels ha composto il numero riportato sul giornale e dopo una serie di tentativi a vuoto, ha sentito dall’altro capo del telefono la voce di una donna, ferma nella cabina per una telefonata. Il passo dalla telefonata al viaggio è stato breve: dal 1997 al 1999 le “missioni” sono state 5 e per ognuna Daniels non ha mancato di redigere un diario di viaggio e di pubblicarlo sul suo blog. Il tam tam è stato velocissimo e per qualche anno la linea telefonica della cabina si è spesso intasata. Sono state registrate centinaia di telefonate in entrata e altrettante in uscita: la cabina è diventata meta di pellegrinaggio da parte di turisti di tutto il mondo che si facevano chiamare da amici e parenti mentre erano sul posto! C’è stato chi vi lasciava un messaggio, chi si faceva scattare una foto, chi passava solo per esser certo che non fosse una bufala. Nel giro di qualche anno il “traffico” sull’interstatale è stato talmente intenso, da portare la direzione del parco a una drastica decisione: far rimuovere la cabina senza appello (nel maggio del 2000 e non c’è stato verso di convincerla ad accettare nemmeno la sostituzione con una “targa” commemorativa!).

La chicca: è stato persino girato un film indipendente, nel 2006, basato sui “pellegrinaggi” di alcuni turisti verso la cabina, che ha vinto diversi premi prestigiosi (cliccate qui per approfondire).
La Mojave Phone Booth sarà la prima “meteora” del blog: un luogo di cui si perderà memoria (sia dal punto di vista fisico che storico) e che noi vogliamo invece preservare.  

POTREBBERO INTERESSARTI...

4 commenti

TuristadiMestiere 6 Settembre 2011 - 15:35

@vele: guarda…avrei fatto una richiesta speciale su quel blog per farmi mandare una foto One Million… 🙁
@dreamy: grazie cara…quello che mi incuriosisce lo pubblico sempre…
@adri: PECCATO è la parola giusta!

Rispondi
Adriano Maini 29 Agosto 2011 - 14:40

Una storia spettacolare! Peccato che sia finita.

Rispondi
Dreamy Melrose 28 Agosto 2011 - 10:08

Sono d’accordo con Vele Ivy 🙂 potevano almeno aspettare che qualcuno si facesse la foto col cartello “one million photos” auhuhauh
carina questa storia! 🙂 posti sempre notizie suggestive e interessanti 🙂
Buona domenica!!!!

Rispondi
Vele Ivy 28 Agosto 2011 - 9:30

Noooooooooooooo… che peccato che l’abbiano tolta!E’ una storia davvero originale, che dimostra il potere dei blog! Peccato che nessuno possa farsi più la foto per “On million photos” davanti a questa cabina… però almeno ne conserviamo il ricordo!

Rispondi

Lascia un commento