Home » Europa » Lisbona, percorsi di Urban Art imperdibili

Lisbona, percorsi di Urban Art imperdibili

Lisbon Street Art
foto di phot0matt

Weekend a Lisbona, capitale della Urban Art! Un tour tra i murales degli artisti più creativi nel panorama internazionale!

Già con il progetto CRONO, il famoso street artist portoghese Pedro Soares Neves, stanco di edifici fatiscenti e abbandonati,  aveva chiamato a raccolta i suoi colleghi per invitarli a lasciare la propria firma sulle pareti scrostate.

Ben 16 artisti raccolsero il suo invito lavorando con entusiasmo al progetto, dando vita a un percorso di Urban Art davvero imperdibile!

La stessa municipalità cittadina con GAU – Galeria de Arte Urbana ha incentivato queste iniziative e negli ultimi anni ha promosso il MURO – Festival di Arte Urbana.

Questa manifestazione coinvolge in ogni edizione decine di artisti per rivitalizzare spazi attraverso murales e sculture 3D.

Grazie a questa dettagliatissima mappa di tutte le opere, potrete definire le tappe del vostro percorso nella street art di Lisbona (dall’Alfama alla Mouraria al Barrio Alto).

Naturalmente, per le cose da vedere, lasciatevi ispirare dall’articolo viaggio a Lisbona!

POTREBBERO INTERESSARTI...

5 commenti

Tiziana Bergantin 20 Marzo 2012 - 12:53

Fortissimo il video, le gru sembravano dei pennelli che disegnavano le pareti.

Rispondi
Adriano Maini 9 Agosto 2011 - 12:14

Bisogna che io mi modernizzi un po’! :)))

Rispondi
Sere no Sekai 9 Agosto 2011 - 9:52

Se ti va di passare da me c’è un bellissimo Giveaway! http://serenosekai.blogspot.com/2011/08/giveaway-vivi-bijoux.html

Rispondi
chiara 8 Agosto 2011 - 10:39

grazie per l’interessante segnalazione!!!
lo dirò subito a mio fratello che tra qualche giorno passeggerà per lisbona

Rispondi
Dreamy Melrose 8 Agosto 2011 - 10:09

Bellissima iniziativa 😀 Il comune è stato senza dubbio molto intelligente; spesso le Amministrazioni non si rendono conto del grande valore dell’arte x valorizzare le città!Dando il consenso a questo lavoro hanno permesso di abbellire le strutture e far esprimere gli artisti locali 🙂

Rispondi

Lascia un commento