Home » Italia » Lazio » Ventotene, al via il museo archeologico subacqueo

Ventotene, al via il museo archeologico subacqueo

Ventotene
Ventotene
Castello
foto di bennyrosso
 

Da anni si sa che l’isola pontina di Ventotene si trova sulle più antiche rotte commerciali: questa consapevolezza ha spinto verso progetti di ricerca del fondale marino per rinvenire eventuali reperti d’epoca romana.

L’indagine, condotta da una partnership tra la Sovrintendenza per i Beni Archeologici del Lazio e la Fondazione americana Autora Trust, Ocean Exploration and Education Trust ha scoperto nel 2009 ben 5 relitti d’epoca romana con il carico ancora intatto (datate tra il I sec. a.C. e il IV d.C.) a circa 150 metri di profondità. Purtroppo non potranno essere riportate in superficie per le difficoltà di una simile operazione a quella profondità, ma i curatori del progetto SIMAR, elettrizzati dal rinvenimento, non si sono persi d’animo. Creeranno un Museo archeologico subacqueo e, grazie a una telecamera speciale, entro l’estate 2011, si potranno ammirare le immagini riprese in diretta dalla webcam all’interno del Museo di Ventotene e in rete, su un sito creato ad hoc. Il Museo, creato nel 1983 all’interno di una fortificazione borbonica del XVIII secolo, è un piccolo gioiellino che preserva reperti interessanti, rinvenuti sia a terra che in mare (ad esempio dall’antico porto romano e dalla villa a Punta Eolo).

 
Indirizzo: Piazza Castello, 1
Orari: apertura durante l’estate dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 24.
         In altri periodi, contattare il numero 0771 85014.

POTREBBERO INTERESSARTI...

7 commenti

TuristadiMestiere 1 Maggio 2011 - 16:41

@sara: la cultura è uno dei miei “temi” preferiti!!! 😉
@adri: sarebbe importante valorizzare questi siti, soprattutto quando parliamo di reperti così importanti!
@carmine: le isole pontine sono davvero uno spettacolo!

Rispondi
Carmine Volpe 30 Aprile 2011 - 20:54

una bella iniziativa in una delle isole più belle del mediterraneo

Rispondi
Adriano Maini 30 Aprile 2011 - 20:25

Splendido! Si dovrebbe poter ripetere l’esperienza in tanti altri interessanti siti subacquei italiani. Forse anche dalle mie parti.

Rispondi
Sara 30 Aprile 2011 - 18:42

Tanto per restare in tema…domani 1 maggio sono aperti tantissimi musei!

Rispondi
TuristadiMestiere 30 Aprile 2011 - 17:32

@petrolio: a me l’archeologia marina fa impazzire!
@tizi: cara, buona domenica anche a te!

Rispondi
tiziana 30 Aprile 2011 - 14:42

ciao cara buona domenica, un bacio

Rispondi
petrolio-muso 30 Aprile 2011 - 14:25

Interessantissimo, amo tutto ciò che non sia visibile sotto la superficie del mare 😉

Rispondi

Lascia un commento