Home » Europa » Grecia » Zante, tra grotte, baie, relitti e tartarughe Caretta caretta. E la spiaggia più bella.

Zante, tra grotte, baie, relitti e tartarughe Caretta caretta. E la spiaggia più bella.

zakynthos greece sea
zante
Navagio
foto | Infoway – Web Development Company gentilmente concessa dall’autore
tutti i diritti sono riservati
 

L’isola di Zante (in greco Zakynthos), oltre alle bellissime Grotte Azzurre, alle cavità di Capo Kery caratterizzate dal pungente odore di zolfo, alla baia di Geraka, alla spiaggia del relitto, alla Torre Italiana, è un sito di rilevanza internazionale per la deposizione e la schiusa delle tartarughe della specie caretta caretta (oggi purtroppo a rischio).

 

zante
foto di Live Zakynthos


Le femmine si accoppiano coi maschi nelle acque basse e calde, depongono le uova e, dopo due mesi, i piccoli si fanno strada verso il mare in una istintiva ricerca della libertà. Dal 2000 Zante è diventata Parco Nazionale Marino il che significa che due delle più belle spiagge dell’isola, Geraka e Dafni, dal tramonto all’alba sono inibite ai bagnanti (per non intralciare la deposizione delle uova o la schiusa che avvengono di notte), i lettini e gli ombrelloni vengono posizionati rigorosamente sul bagnasciuga (per non distruggere le uova deposte nella parte morbida della sabbia) e comunque sempre smontati al tramonto. Per chi volesse approfondire l’argomento con foto, video e letture (anche in italiano), tra un tuffo nel mare blu, un’insalata greca e una sessione di tintarella,  può dare un’occhiata al Thematic Exhibition Centre Sea Turtle, centro espositivo della Caretta, lungo strada per Dafni.

La chicca: la spiaggia del relitto, che si chiama Navagio, è raggiungibile solo via mare (con un tour dell’isola o con un taxi-boat in partenza da Porto Vromi). E’ un posto meraviglioso, giustamente indicato come tra i più fotografati della Grecia. Perché le alte falesie che circondano la caletta è come se volessero proteggerla in un abbraccio dagli sguardi indiscreti. Imperdibile l’adrenalinico scatto dal promontorio che la sovrasta, su un balconcino sospeso nel vuoto (il punto panoramico si trova in uno spiazzo che funge da parcheggio alla fine di una strada asfaltata, tra i paesi di Volimes e Anafonitria).

relitto
Navagio, dettaglio del relitto
foto di Anna Oates

POTREBBERO INTERESSARTI...

Lascia un commento