Home » Europa » Francia » Saint-Emilion, vigneti e segreti nella terra del Bordeaux!

Saint-Emilion, vigneti e segreti nella terra del Bordeaux!

Saint Emilion

Oggi vi portiamo nel grazioso borgo di Saint-Émilion situato nella regione dell’Aquitania, in Francia. Se amate piazzette raccolte attorno ai localini, il color ocra delle case basse e curate, fioriere che esplodono di colore, stradine  acciottolate, paesaggi scaldati dal sole e storici vigneti verdeggianti tutti intorno, avete trovato il vostro paradiso!

Saint-Emilion

Saint-Emilion

Saint-Emilion – foto | Yannick Serrano

Fondato – pare – dal monaco bretone Emilion che qui si rifugiò in eremitaggio (consigliata la visita alla grotta dove dimorò per 17 anni), il paese è noto per la storica produzione di vino, con ben due A.O.C. – il nostro DOC – il Saint-Émilion e il Saint-Émilion Grand Cru.
 
Non usiamo a caso l’aggettivo “storico” visto che la zona fa parte del comprensorio di Bordeaux ma che già i romani la consideravano una valle fertile per la viticoltura.
Nei 5400 ettari di vigneti si distinguono peculiarità del terreno (dovuta a sabbia, ghiaia, frammenti rocciosi, limo, argilla) che garantiscono l’eccezionale varietà e bontà di uve che potrete degustare in uno dei 103 chateaux aperti al pubblico durante uno dei tour enogastronomici organizzati dall’ente del turismo.
L’espressione “chateaux” deriva dai castelletti costruiti in posizione dominante sulle vigne di proprietà dei signorotti locali e che oggi consentono esperienze davvero esaltanti per le vostre papille gustative! 

 

Giardino di Les Cordeliers

Giardino di Les Cordeliers – foto | Yannick Serrano

A tal proposito, è caldamente consigliata una visita a Les Cordeliers, un ex convento francescano convertito in cantina, dove vengono alloggiate le preziose bottiglie di Crémant de Bordeaux. Nell’adiacente giardino, potrete fare un delizioso aperitivo! 
I viaggiatori oggi però restano incantati anche dal mix di atmosfere tipicamente francesi e di testimonianze che evocano la passata dominazione inglese.

Saint-Emilion, vigneti

Saint-Emilion, vigneti – foto | Yannick Serrano

Saint-Émilion offre interessanti itinerari storico religiosi visto che a partire dall’XI secolo, nel borgo e nell’area circostante, sono stati costruiti chiese, monasteri e luoghi di accoglienza per i pellegrini in cammino verso la vicina Santiago di Compostela. Consigliatissima la visita alla Chiesa monolitica, una superba testimonianza della devozione locale verso il suo fondatore, risalente al XII secolo!

Saint-Emilion, Chiesa Monolitica

Saint-Emilion, Chiesa Monolitica – foto | access.denied

La leggenda vuole che, alla morte di Emilion, la piccola comunità cristiana che si era raccolta intorno a lui grazie ai miracoli  di cui fu protagonista, iniziò a scavare delle catacombe e una chiesa proprio in prossimità della grotta dove visse l’eremita. La chiesa monolitica è l’unica nel suo genere in Europa ed è conosciuta in tutto il mondo tanto da essere luogo di pellegrinaggio di molti fedeli. Il campanile svetta da 53 metri di altezza: se avrete il fiato di salire 187 gradini, potrete godere uno spettacolare a 360° sui vigneti circostanti. Ovviamente costituisce un punto di riferimento visivo per tutti, residenti e turisti, nel piccolo paese.

Saint-Emilion, Chiesa Monolitica

Saint-Emilion, Chiesa Monolitica – foto | bobfamiliar

Inserita dall’Unesco nella lista dei patrimoni dell’Umanità nel 1999 (insieme al paesaggio della regione che comprende l’antica Giurisdizione di Saint-Émilion), la chiesa ha subito un importante intervento di consolidamento e oggi è fortunatamente aperta al pubblico.
Se volete scoprire tutti i segreti di questo singolare borgo, partecipate a uno dei tour dei sotterranei organizzati dall’Ente del Turismo.
Per 45 minuti potrete passeggiare nella storia, ascoltando leggende e curiosità oltre a visitare monumenti davvero eccezionali: la chiesa, le catacombe, la grotta dell’eremita, la Cappella della Trinità (una cappella con affreschi policromi).
A questo tour, potete affiancare quello al Museo sotterraneo del Vasellame dove ammirare 20 secoli di storia della ceramica di Aquitania oltre che opere di artisti contemporanei. Completate la vostra passeggiata con una visita al chiostro della chiesa collegiata che ospita le tombe degli ex cardinali.
La chicca: se siete amanti degli amaretti, in città ne troverete in vendita una varietà la cui ricetta pare risalire addirittura al 1620 e attribuita alle suore orsoline!!!
Tour dei sotterranei (http://www.saint-emilion-tourisme.com)
Durata: 45 minuti
Orari: tutti i giorni in lingua francese, tutti i giorni in lingua inglese dal 12 aprile al 2 novembre.
Prezzi: 7,50€ intero; 5,25€ ridotto; gratis under 12 
 
Tour Musée souterrain de la Poterie (http://www.saint-emilion-museepoterie.fr)
Indirizzo: Les Hospices de la Madeleine, 21 rue André Loiseau 
Durata: 1 ora
Orari: tutti i giorni dalle 10 alle 19 
Prezzi: 5€ intero, 2,50€ ridotto; gratis under 12 

POTREBBERO INTERESSARTI...

Lascia un commento