Home » Asia » Indonesia » Tanah Lot, il Tempio del mare di Bali

Tanah Lot, il Tempio del mare di Bali

Tanah Lot Bali

Il Tempio di Tanah Lot gode di un’ubicazione eccezionale: un isolotto roccioso nel Pacifico, di fronte alla costa meridionale di Bali e accessibile solo con la bassa marea.

Tanah Lot a Bali

Più precisamente, ci troviamo a nord-ovest di Kuta e a ovest di Denpasar. Non si tratta di un tempio sconosciuto, anzi probabilmente è tra i siti più famosi dell’isola indonesiana facente parte di una serie di ben Sette Templi del mare costruiti lungo la costa tra il XV e il XVI secolo

Tanah Lot, Sea Temple Bali, Indonesia

Tanah Lot, Sea Temple Bali, Indonesia – foto | Dhinoo G

Tanah Lot è un tempio indù (ricordiamo che la religione più diffusa in Indonesia è quella musulmana) dedicato alle divinità marine e i serpenti velenosi che – pare – abitano la grotta antistante, dovrebbero servire proprio a scacciare gli spiriti marini malvagi ma non, ovviamente, turisti e fedeli! Se volete vederne diverse decine strisciare silenziosamente per Tanah Lot, dovrete recarvi qui nelle notti di plenilunio mentre, se non siete amanti del genere, tenere accuratamente d’occhio il calendario lunare e starvene alla larga in quelle date! 

Tanah Lot, Sea Temple Bali, Indonesia

Tanah Lot, Sea Temple Bali, Indonesia – foto | Bertrand Duperrin

 

 

A proposito di appuntamenti, giusto ieri è iniziata una cerimonia Indù chiamata “Melasti Festival” che richiamerà 
devoti induisti fino al 31 marzo quando le celebrazioni culmineranno con il Nyepi, la Festa del Silenzio. In quella data tutte le attività saranno sospese. Si osserverà un rigoroso digiuno in un assordante silenzio: l’intera isola diventerà come un’enorme città fantasma che non risparmia neppure i turisti, pregati di restare all’interno degli hotel (pensate che persino l’aeroporto è chiuso!). 

Tanah Lot, Sea Temple, Sunset, Bali, Indonesia

Tramonto sul Tanah Lot – foto | thrillseekr

Gli spettacolari tramonti che si godono a Tanah Lot hanno indubbiamente incrementato l’accesso al sito quindi vi consigliamo, per apprezzarlo nel silenzio consono ad un ambiente sacro, di visitarlo al mattino presto (anche se l’interno non è visitabile). Se riuscirete a fermarvi o a tornare, allora potrete concedervi un cocktail in uno dei localini sulla costa in trepidante attesa di un sole infuocato che si getta nell’Oceano! Cosa rende tanto speciale Tanah Lot? Una leggenda. Pare infatti che la costruzione del tempio sia dovuta a Dang Hyang Nirartha, un sacerdote indù proveniente da Giava nel XVI secolo, impressionato dalla bellezza del luogo. Egli avrebbe dormito per qualche tempo sull’isolotto e, prima di andar via, avrebbe consigliato ai pescatori locali di erigere un luogo sacro in onore delle divinità marine. Il consiglio: anche se non potete entrare, è richiesto un abbigliamento consono alla sacralità del tempio pertanto non recatevi sull’isolotto con canottiere, pantaloncini e simili!

Tanah Lot, Sea Temple, Bali, Indonesia

Tanah Lot, Bali, Indonesia – foto | TylerIngram

La chicca: chi si trova nel sud di Bali non può trascurare una tappa al Pura Uluwatu, un tempio all’estremità sud-occidentale della penisola di Bukit a strapiombo sulla scogliera! Anche da questo tempio si gode uno spettacolare panorama e, chi non soffre le vertigini a 75 metri di altezza sulle rocce lambite dalle onde, potrà realizzare degli scatti indimenticabili! Se Tanah Lot è abitato dai serpenti marini, Uluwatu è abitato da simpatiche scimmiette: occhio a tutti gli oggetti che potrebbero incuriosirle e trasformarle in abili (e dispettose) scippatrici! 

Come arrivare: l’aeroporto è il Ngurah Rai International Airport e si trova tra Kuta e Jimbaran (a una trentina di minuti da Denpasar). Da Kuta, la città dove si concentra la movida balinese, dovrete calcolare un’oretta scarsa in auto. Parcheggiate la macchina (a pagamento, 5000 rp, circa 0,30€. Per chi viaggia in moto, solo 2000 rp) e acquistate il ticket d’ingresso per il parco del tempio. 
Prezzi: 30.000 rp adulti (circa 1,90€); 15.000 rp bambini (circa 0,95€).

POTREBBERO INTERESSARTI...

3 commenti

Gildo Kaldorana 15 Aprile 2014 - 5:56

Buen artículo y buenas fotos del que es posiblemente, el templo más fotografiado de Indonesia
Saludos

Rispondi
Nella Crosiglia 25 Marzo 2014 - 18:53

Misterioso, curioso e spettacoloare!
:::)))

Rispondi
Cavaliere oscuro del web 25 Marzo 2014 - 13:22

Un posto spettacolare.
Saluti a presto.

Rispondi

Lascia un commento