Home » Nordamerica » Triangolo delle Bermuda: cimitero di navi, paradiso dei sub.

Triangolo delle Bermuda: cimitero di navi, paradiso dei sub.

bermuda
mare
foto di zhengxu  

Ci credereste mai se vi dicessi che il luogo che vedete in foto è soprannominato il triangolo del diavolo? Credo proprio di no. Eppure è così. Meglio conosciuto come triangolo delle Bermuda (vertice nord identificato con il punto più meridionale della costa dell’arcipelago delle Bermude, il vertice sud con il punto più occidentale dell’isola di Porto Rico e il vertice ovest con il punto più a sud della penisola della Florida), questo luogo viene definito “maledetto” a causa delle misteriose sparizioni di navi e di aerei. 

Dati ufficiali alla mano, però, il numero degli incidenti e degli affondamenti non risulta maggiore alle medie di altri posti col medesimo traffico aero-navale: saremmo quindi in presenza di una leggenda, che però ha alimentato il turismo subacqueo in maniera incredibile. I fondali vantano una straordinaria ricchezza di relitti: si stima siano ben 450 i relitti incappati nella barriera corallina che giacciono nelle acque delle Bermuda. Se ci si immerge in queste acque, è inevitabile fare una scelta su cosa esplorare. Se il Sea Venture (affondato nel 1609), il Montana (nel 1863), il Minnie Breslauer (1873), il North Carolina (1880), l’italiano Rita Zovetta (1924) oppure l’Hermes, quello meglio conservato (1985).

POTREBBERO INTERESSARTI...

Lascia un commento