Home » Lo scaffale di TDM » Libri, orsi, viaggi e… schioppettate.

Libri, orsi, viaggi e… schioppettate.

Mount Rushmore National Monument

Sarà perché il globo terracqueo è sempre più caldo, sarà perché ci piacciono le sfide estreme, oppure più semplicemente perché amiamo le storie ben raccontate. Se poi questi libri trattano di viaggi in luoghi incredibili beh… allora ci siamo proprio dentro. È l’anno delle terre selvagge, delle terre innevate, freddissime, che si perdono all’orizzonte; della lotta per sopravvivere dove la natura, è la Natura.
Scordatevi però la filosofia tragica e sublime vista in Into the wild, oppure le serene, anche se faticose, scarpinate lungo il sentiero degli Appalachi (viaggi, libri e film di cui abbiamo parlato in passato). Già… scordatevi pure il caro orso Yogi ed il simpatico Boo-Boo! Nella nostra storia gli orsi, vanno tenuti lontano e preferibilmente presi a bang-bang! A schioppettate.
Ecco un film molto bello, sontuoso, The Revenant diretto da Iñarritu, interpretato da Leo Di Caprio e dall’altrettanto bravo Tom Hardy. Chi non ha visto il film al cinema, potrebbe ben pensare di farci un pensierino perché l’esperienza merita davvero. La storia – vera – è quella di Hugh Glass, guida, esploratore, cacciatore che, agli inizi dell’Ottocento, mentre partecipa ad una travagliatissima spedizione di caccia, viene assalito da un orso grizzly. Ora, sapete come accade sempre al cinema, no? (Ok.. quasi sempre). Le cose sono magari un po’ differenti da come andarono precisamente, ma va bene lo stesso! Alla fine quello che conta è fare delle belle esperienze. Iñarritu ha girato in luoghi impervi, estremi e sempre con la luce naturale, Di Caprio sembra proprio che abbia patito la parte sua, ed alla resa dei conti, nonostante si tratti di una milionaria produzione hollywoodiana, possiamo azzardare nel dire che siamo nell’ambito del cinema d’autore (ecco magari ai confini, si. Ai confini del cinema d’autore, va meglio).
Non è l’America al centro di tutto, né i grandi paesaggi, bensì i viaggi alla scoperta del mondo, ovunque si collochi “il mondo che esploriamo” e, soprattutto, il grande viaggio dove si mette alla prova il proprio spirito. Il viaggio è sempre una scoperta dell’essere umano, di se stessi in definitiva.
Insieme al film, chetelodicoafare, il libro. A dire il vero, tutto parte dal romanzo omonimo di Michael Punke, “The Revenant,  a novel of revenge”, best seller pubblicato nel 2002 che oggi ritorna sulla cresta dell’onda. Dalle nostre parti è dato alle stampe da Einaudi, alla quale va fatto solo un appunto, sul sottotitolo che è diventato: la storia vera di Hugh Glass e della sua vendetta. Un po’ troppo, sembra il titolo di un film della Wertmuller!
Dicevamo… già, viaggi. Il luogo sono gli Stati Uniti centrali, più precisamente la zona a cavallo tra il Nord ed il Sud Dakota, dove la terra è solcata dal grande fiume Missouri. In questa cornice magnifica si dipana la trama della leggenda di Glass.
I TdM più avventurosi, oggi, in quelle zone possono fare rafting, fare un salto al Mount Rushmore National Monument oppure, con un poco di chilometri in più, saltando in Montana o Wyoming c’è da visitare lo Yellowstone National Park, uno dei parchi naturali più belli del mondo, nonché proprio la dimora dei grandi orsi grizzly, i quali possono essere visti allo stato brado -non sempre, solo se si è fortunati- grazie ai tour organizzati dai ranger del parco. A proposito, una breve notizia per i TdM più piccoli… lo Yellowstone è dove abita Yogi Bear. Ok Boo-Boo! M.I.

POTREBBERO INTERESSARTI...

2 commenti

Mario 12 Febbraio 2016 - 9:07

Non ho mai visto il film ma da quanto scrivi la zona deve essere stupenda. Tra non molto avrò una nuora Americana e chissà che non riesca a fare un giro proprio a Yellowstone e magari riesco ad incontrare anche l’Orso Yoghi 🙂 ciao

Rispondi
Monica Nardella 15 Febbraio 2016 - 9:40

Siiiiii che bello! Se dovessi incontrarlo, fatti un selfie e mandamelo 😀 Buon viaggio!

Rispondi

Lascia un commento