Home » Lo scaffale di TDM » Lo Scaffale di TDM: Americana/1

Lo Scaffale di TDM: Americana/1

Monument valley road USA
Prendete il Bebop inimitabile di “Bird”, alias Charlie Parker, prendete una bottiglia di bourbon (ma non superate il cicchetto, mi raccomando!). Questo non dovrei dirlo ma… se fumate, accendete una sigaretta, ecco… alzate la musica ed aprite il libro… Sulla strada di Jack KerouacSe l’immaginario moderno della “voglia di libertà”, dell’amicizia, dell’esperienza del viaggio, della rottura con gli schemi, delle ubriacature folli, ha un libro sul quale fondarsi, beh, questo libro è proprio On the road, la maggiore opera di Jack. Talmente mitico che è conosciuto pressoché da tutti. Così icona, che non serve neppure accennare alla trama. L’America della fine degli anni ’40, autobus, automobili, città, panorami e storie, e Sal e Dean Moriarty e Carlo Marx e la bella Marylou e tanti altri personaggi che affollano questo romanzo, bibbia di più di una generazione. È un libro di viaggi ed è fatto per viaggiare. Scegliete un’edizione economica, quella classica degli Oscar Mondadori: potrete tenerle in tasca, arrotolarla o “strapazzarla” mentre si scorrono le pagine… al ritmo del Bop! 
Sempre del nostro Jack, per continuare ad entrare nel mondo Beat, suggerirei un’altra famosa opera: I sotterranei ben pubblicato dalla Feltrinelli. Se Sulla strada è vagabondaggio puro, di luogo in luogo, nei Sotterranei, questo vagabondaggio cambia forma; il movimento c’è ma è concentrato sulle strade di Frisco (San Francisco). Il libro è sempre molto autobiografico (come il precedente), Jack qui è forse anche più esplicito di quanto non lo fosse stato prima, tanto che queste pagine sono, anche, famose per essere state portate in tribunale sotto l’accusa di oscenità. Ma sopratutto I sotterranei sono la storia di un travagliato amore dell’autore.
Uno degli amici di Kerouac era Carlo Marx, assicurarsi di mettere in tasca una sua celeberrima composizione farà da poetico contraltare alle storie della strada di Jack. Urlo di Allen Ginsberg, una poesia che ha lasciato il segno, ricordate… I saw the best minds of my generation destroyed by madness... (già dimenticavo… Allen G. alias Carlo Marx, nei romanzi di Jack). L’Urlo lo troverete pubblicato da molte case ed in altrettante edizioni, per le esigenze di chiunque.
L’America è definizione viaggio. Un viaggio l’ha scoperta; macinare migliaia di chilometri è necessario per esplorarla, anche giungere in una grande metropoli è fare un viaggio nel viaggio, le distanze sono così espanse che in America si viaggia sempre. Provate, dico tanto per fare un esempio, a visitare Londra, Parigi, Roma a piedi, si può fare, anzi, per quanto sia possibile, è consigliabile. Ora, spostatevi a Los Angeles senza un’automobile… auguri ed in bocca al lupo!
Uno dei cantori contemporanei di questa città giovane, ipercontemporanea ed ipercinetica, è senza dubbio James Ellroy. La sua opera è vasta ed è conosciuta dal grandissimo pubblico anche per le trasposizioni cinematografiche (ricordiamo L.A. Confidential di Curtis Hanson). Ma la nostra scelta non cade su un poliziesco, benché qualcosa del genere sempre ci sia. Ricorrendo l’anniversario dell’assassinio Kennedy (avvenuto il 22 novembre del ’63) proponiamo come libro da portare in viaggio, un viaggio nella storia recente attraverso il romanzo: Sei pezzi da mille. Avvincente ricostruzione storica dal respiro lungo, la vicenda spazia dal 1963 al ’68, ed è l’opera centrale della Trilogia Americana di Ellroy. È pubblicato, insieme agli altri libri dell’autore Californiano, da Mondadori.
Per non farci sfuggire l’occasione, citiamo anche Libra di Don DeLillo. Altro romanzo storico che muove dall’assassinio Kennedy. Di DeLillo abbiamo avuto già modo di parlare, lui è uno dei grandi autori contemporanei e questo romanzo non delude le aspettative. Libra è edito da Einaudi. Alla prossima! 
M.I.

POTREBBERO INTERESSARTI...

Lascia un commento