Home » Curiosità » Sicilia bocciata: i gay evitino la roccaforte dell’omofobia

Sicilia bocciata: i gay evitino la roccaforte dell’omofobia

Gay
frommers
La storica guida turistica statunitense Frommer’s nell’edizione 2012 sconsiglia ai suoi lettori omosessuali di trascorrere le proprie vacanze in Sicilia perché gli isolani non vedrebbero di buon occhio effusioni in pubblico tra omosessuali, definendo la regione “uno dei principali bastioni dell’omofobia in Europa”. Se proprio non si vuole rinunciare a una tappa sull’isola, la rivista suggerisce Taormina come unica città gay friendly e, visto che c’è, l’autore dell’articolo continua nella sua dissertazione sull’omofobia italica. Noi siamo esterrefatti. Sarà davvero così? Durante la nostra  vacanza in Sicilia, la scorsa estate (costa orientale con base a Siracusa) non abbiamo assolutamente avuto una percezione di chiusura verso gli omosessuali (al contrario!) ma chiaramente occorrerebbe vivere sulla propria pelle certe manifestazioni di intolleranza per avere l’esatto polso della situazione. Certo è che proprio in questa settimana (e fino al 23 giugno) a Palermo sta spopolando il Gay Pride (e ne siamo felici)! Voi, cosa ne pensate: è tutta una trovata pubblicitaria (della rivista, s’intende!) o dall’estero riescono a mettere a fuoco un problema reale? Se così fosse… poveri noi.

POTREBBERO INTERESSARTI...

5 commenti

Paòlo 21 Giugno 2012 - 13:49

Io ritengo che in tutta Italia c’è una minoranza ignorante ed una maggioranza che ha capito che non viviamo più negli anni 50 e che certi tabù oggi non hanno senso di esistere.

Rispondi
Tomaso 21 Giugno 2012 - 13:17

Io personalmente se anche sono anziano non mi faccio questa assurda domanda se vado visitare una nuova città o regione.Tomaso

Rispondi
Palmy 21 Giugno 2012 - 12:35

Veramente non ho notato questa chiusura, diversi commessi dei negozi più in voga sono manifestamente gay, conosco personalmente tante persone che non si sono mai lamentate… io di notizie di aggressioni ne ho sentite paradossalmente a Roma, la cosiddetta capitale… la mia città poi è tollerante come lo sa essere una città di mare e di porto. Diversa forse la realtà dei paesi, ma in questo senso non credo ci sia molta differenza tra la Sicilia e gli altri posti.

Rispondi
Tiziana Bergantin 21 Giugno 2012 - 11:59

Ma tu dimmi se nel 2012 bisogna ancora domandarsi se una tendenza sessuale possa o meno dare fastidio. Uno dovrebbe chiedersi se quello è un delinquente, se è una persona corretta, non certo spaventarsi per il suo orientamento sessuale. Purtroppo è ancora un argomento delicato, e non riesco a capirne il motivo. Ognuno dovrebbe sentirsi libero di esprimersi come vuole.

Rispondi
Sara 21 Giugno 2012 - 11:25

Non mi posso pronunciare sulla Sicilia perché è una realtà che non conosco, ma in generale viviamo comunque ancora in un Paese è ancora omofobo e maschilista. Solo che se ce lo dicono ci arrabbiamo.

Rispondi

Lascia un commento